Vicci cilentani

Condividi con:

Ricetta Vicci cilentani, uno dei tipici dolci del Cilento e di Castellabate

Dosi Costo Difficoltà Tempo
8 Basso Bassa 3 h

NB: prima di provare la ricetta degli vicci cilentani leggi il disclaimer.

Descrizione e storia della ricetta dei vicci cilentani

I vicci cilentani, conosciuti anche con il nome di zeppole cilentane di patate, sono la ricetta di un gustosissimo dolce che viene preparato in tanti paesi del Cilento come Castellabate. “Vicci” in cilentano significa “ricci”, come la forma arrotondata delle zeppole cilentane. 

Vicci cilentani

Ingredienti ricetta degli vicci cilentani

Gli ingredienti necessari per la preparazione della ricetta sono:

  • 1 kg di farina 00
  • 500 g di patate
  • 5 uova
  • 100 g di burro
  • 1/2 bicchiere di limoncello cilentano
  • 25 g di lievito di birra
  • 1 bicchiere di latte
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • sale
  • olio per friggere



Preparazione ricetta degli vicci cilentani

Bollite le patate in acqua almeno per una mezz’oretta, pelatele e schiacciatele passandole nello schiacciapatate o passaverdure.

Versate il bicchiere di latte e il lievito in un pentolino sul fuoco a fiamma bassa fino a quando non si sarà sciolto completamente.

Disponete la farina a fontanella su uno spianatoio e al suo interno versate le patate, 50 g di zucchero, il lievito disciolto, il burro, la buccia di limone, le uova, il limoncello e un pizzico di sale, mescolando per bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Con le mani unte nella farina ottenete dall’impasto prima lavorato delle palline schiacciate. Creato un foro al centro delle palline per ottenere la classica forma delle ciambelle.

Riponetele a distanza su un piano e copritele con un panno, lasciandole lievitare 2 ore.

In una padella con olio abbondante e caldo friggete i vicci cilentani a fuoco lento per evitare di cuocerli solo esternamente.

Una volta dorati, con l’ausilio della schiumarola, toglietele dal fuoco e riponetele su un piatto con della carta assorbente che servirà ad eliminare l’olio in eccesso.

Versate lo zucchero sul fondo di un piattino.

Quando i vicci cilentani sono ancora caldi ripassateli interamente nello zucchero e serviteli, meglio se ancora abbastanza caldi.
buon appetito!

Condividi con:
CilenTiAmoci, il portale di Castellabate e dintorni © 2014 Frontier Theme