Agropoli: grande partecipazione alla terza edizione del “Premio Paolo Serra”

Messaggio promozionale

Condividi con:

Si è svolta ieri sera, presso l’Aula consiliare del Comune di Agropoli, la terza edizione del “Premio Paolo Serra”, patrocinato dal Comune cilentano e curato dall’Associazione culturale “Paolo Serra”. Tanti i cittadini che hanno voluto prendere parte all’evento, dedicato all’ex sindaco di Agropoli scomparso nell’agosto del 2014, che ogni anno tende ad acquisire sempre maggiore valenza. E dal prossimo anno ci sarà un’ulteriore novità.

«Metteremo in palio – ha riferito Serena Serra, figlia di Paolo – una borsa di studio che verrà riconosciuta ad una persona che si sarà distinta, nel campo dello studio e non solo». Premio che quest’anno è stato investito di un alto valore nobile qual è la solidarietà.

Tra gli ospiti, che hanno ricevuto l’ambito premio, infatti, c’era Sergio Pirozzi, Sindaco di Amatrice, piccola realtà laziale divenuta nota agli onori della cronaca per un violento sisma che l’ha colpita alcuni mesi fa, il quale, oltre a distruggere le abitazioni e le infrastrutture, ha causato la morte di 239 persone. Il Sindaco di Agropoli, Adamo Coppola ha consegnato al collega un assegno. «Si tratta – ha spiegato il primo cittadino di Agropoli – di fondi raccolti alcuni mesi fa, durante un incontro tenutosi nel nostro Cineteatro. Sono 5.000 euro, un piccolo contributo, raccolto dalla nostra gente, con il quale tu spero possa fare qualcosa di utile per la tua comunità».



«Non nascondo – ha detto Sergio Pirozzi – che prima di venire a ricevere il premio, ho raccolto informazioni su chi fosse Paolo Serra. E leggendo di lui, mi sono convinto che fosse una persona davvero valida, e la tanta gente presente qui oggi lo testimonia. Lavorare per una comunità e lasciare un segno ed un ricordo positivo è la missione migliore che ogni amministratore possa augurarsi».

Oltre al Sindaco di Amatrice, premiato per il Settore Politica, hanno ricevuto il riconoscimento: Menotti Lerro per la Poesia contemporanea, che ha dedicato anche una poesia alla memoria di Paolo; Maurizio Puglisi, per l’Imprenditoria; Giulio Russo per Carriera e Sport; Bruno Bonfrisco per la Cultura. Quindi premio al Giornalismo, al giornalista e direttore del quotidiano “La Città di Salerno”, Antonio Manzo; il premio Società è stato consegnato a Vitaliano Esposito. Alla cantante lirica, Katia Ricciarelli, che si è esibita cantando tre brani, e al suo accompagnatore musicale, il chitarrista e docente di musica, Espedito De Marino, è andato il premio Spettacolo.

Numerosi personaggi della politica e della società, amici del professore Serra, quali Franco Alfieri, Alfonso Andria, l’on. Sabrina Capozzolo, il prof. Vincenzo Pepe e tanti sindaci e amministratori di comuni cilentani, non hanno voluto mancare all’appuntamento, raccontando, in qualche caso, la loro personale esperienza di conoscenza con l’ex Sindaco di Agropoli.

«Questa sera – ha dichiarato il vicesindaco Elvira Serra – voglio fare un saluto particolare a tutti i Sindaci presenti, che ogni giorno sono in trincea. Mio fratello Paolo era prima di tutto un Sindaco, che aveva a cuore i cittadini e ha lavorato per cercare di rispondere ai loro bisogni. Perché la politica è questo: un servizio alla gente. E il messaggio che voglio lanciare oggi è di imparare e migliorarsi sulla base dell’esempio lasciato da chi ci ha preceduti».

Comunicato stampa

Condividi con:
CilenTiAmoci, il portale di Castellabate e dintorni © 2014 Frontier Theme