Giancarlo Giannini chiude la rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto”

Condividi con:

Sarà il pluripremiato attore Giancarlo Giannini a chiudere il sipario in grande stile sulla rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto”, organizzata dall’Assessorato al turismo e alla cultura e cofinanziata con fondi POC della Regione Campania.

Sabato 1° giugno alle ore 21 in Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate, Giancarlo Giannini si esibirà nello spettacolo “Le parole note”, incentrato su una serie di brani e poesie sul tema dell’amore.

Villa Matarazzo, Santa Maria di Castellabate
Villa Matarazzo

Si tratta di uno spettacolo che coniuga poesia e musica: Giancarlo Giannini sarà infatti accompagnato dal “Marco Zurzolo quartet”, formato da Marco Zurzolo al sassofono, Carlo Fimiani alla chitarra, Aldo Perris al contrabbasso e Marco Gagliano alla batteria. Autori come Neruda, Garcia Lorca, Marquez, Shakespeare, verranno declamati con l’inimitabile voce calda e penetrante di Giannini che condurrà gli spettatori in atmosfere sublimi, nostalgiche, appassionate e in un viaggio letterario dal Duecento fino ai giorni nostri.



L’assessore al turismo e alla cultura, Luisa Maiuri, dichiara in merito alla chiusura della fortunata rassegna culturale: «Gli appuntamenti organizzati nell’ambito di Castellabate il luogo dell’incanto sono stati un crescendo di emozioni con serate di musica e di teatro che hanno reso il nostro borgo centro culturale di riferimento anche nel periodo invernale e primaverile. Concludere la rassegna con la prestigiosa presenza dell’attore Giancarlo Giannini che, nel corso della sua lunga ed intensa carriera internazionale, ha vinto ambiti riconoscimento quali David di Donatello, Nastro d’argento, Globo d’oro e che l’ha visto candidato agli Oscar, è un ottimo modo anche per anticipare una stagione di eventi estivi di grande richiamo».
Comunicato stampa

Condividi con:

“Il Sindaco Pescatore” con Ettore Bassi a Castellabate: le interviste

Featured Video Play Icon
Condividi con:

Nella Basilica di Castellabate è andato in scena tra applausi e commozione “Il Sindaco Pescatore” tratto dall’omonimo libro di Dario Vassallo con i testi di Edoardo Erba e la regia Enrico Maria Lamanna.

La Rassegna “Castellabate il Luogo dell’incanto” ha avuto tra gli ospiti Ettore Bassi eccellente interprete del compianto sindaco Angelo Vassallo.



La rassegna culturale organizzata dall’assessorato al turismo e alla cultura del comune e cofinanziata con fondi regionali si chiuderà il prossimo sabato 1° giugno con Giancarlo Giannini in Villa Matarazzo.

19 Maggio 2019, Basilica pontificia di Castellabate

Guarda il video di Comune di Castellabate – Servizio, immagini e montaggio di Germana Derì

 

Condividi con:

“Castellabate Film Festival”: sabato 25 maggio si terrà la premiazione

Condividi con:

Sabato 25 maggio alle ore 18 in Piazza Lucia a Santa Maria si terrà la proiezione e la cerimonia di premiazione dei video realizzati dagli alunni dell’I.C. Castellabate per la prima edizione del progetto “Castellabate Film Festival”.

La piazza diventerà per un intero pomeriggio un vero e proprio “villaggio del cinema” grazie all’iniziativa realizzata dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del comune e portata avanti in collaborazione con l’I.C. Castellabate e Film Studio.

Gli alunni della scuola dell’infanzia e della scuola primaria e secondaria di I grado hanno partecipato attivamente alla realizzazione dei cortometraggi e degli spot nel corso dell’anno scolastico. Il prossimo 25 maggio i film verranno proiettati durante un evento condotto da Enrico Nicoletta, responsabile dell’ufficio turistico del comune, e da Raffaella Giaccio, giornalista televisiva, e votati da una giuria di esperti composta da registi, insegnanti produttori e operatori culturali.

I temi dei video, ben 7 cortometraggi e 9 spot, intendono lanciare messaggi universali quali l’amicizia, l’ambiente, l’inclusione e il web come risorsa. I premi da assegnare saranno il “Trofeo Castellabate” al miglior film e i “Trofei Flora Giuda” al miglior attore e alla migliore attrice in ogni sezione, un premio dedicato alla figura di un’insegnante molto amata e che nel corso della sua carriera ha dedicato molto tempo a progetti legati alla recitazione.



L’assessore alla Pubblica Istruzione, Elisabetta Martuscelli, soddisfatta della prima edizione dell’attività didattica che ha coinvolto positivamente le classi dell’intero istituto, commenta così l’evento di chiusura: «Un progetto fortemente voluto dall’amministrazione che è stato subito accolto dalla Dirigente scolastica Gina Amoriello e dagli insegnanti, realizzato magistralmente dalla Film Studio di Gianni Petrizzo. I veri protagonisti sono i nostri piccoli attori che stupiranno sicuramente la giuria e il pubblico presente perché, con crescente entusiasmo, hanno realizzato dei piccoli film su temi molto importanti e nel contempo promosso il nostro territorio, rendendo Castellabate ancora una volta set privilegiato per le storie proposte».

Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate: al castello in scena “Il Sindaco Pescatore” con Ettore Bassi

Castello dell'abate, Castellabate
Condividi con:

Penultimo appuntamento con la rassegna culturale “Castellabate il luogo dell’incanto”, domenica 19 maggio alle ore 21 nel Castello dell’Abate, centro storico, andrà in scena “Il Sindaco Pescatore”.

Castello dell'abate, Castellabate
Torre e esterni del Castello

Una storia vera, tratta dall’omonimo libro di Dario Vassallo con i testi di Edoardo Erba e la regia di Enrico Maria Lamanna. Interprete eccellente il noto attore Ettore Bassi, attualmente tra i protagonisti della trasmissione RaiUno “Ballando con le stelle”, che vestirà i panni di Angelo Vassallo, accompagnato in scena dai bambini di Castellabate, selezionati per l’occasione.

Lo spettacolo, ad ingresso libero, è inserito nel programma di eventi promossi dall’Assessorato al turismo e alla cultura del Comune di Castellabate e co-finanziati con i fondi POC della Regione Campania.

Lo spettacolo teatrale racconta la storia di un eroe normale, Angelo Vassallo, il Sindaco Pescatore appunto che la sera del 5 settembre 2010, mentre rincasava alla guida della sua auto, è stato barbaramente assassinato. Un uomo che ha sacrificato con la sua vita l’impegno di amministrare per difendere e migliorare la sua terra e le sue persone. Esempio di rigore nel rispetto della legge, con modi severi e fermi, che però permettono di mantenere intatta la bellezza del suo Comune, Pollica, e del Cilento tutto.



L’assessore delegato al turismo e alla cultura, Luisa Maiuri, dichiara in merito all’appuntamento: «È ancora aperta la ferita legata a questa vicenda a noi molto vicina, è per questo un onore poter dedicare una serata alla memoria di Angelo Vassallo, attraverso la voce di Ettore Bassi e alla vicenda tratta dal libro di Dario Vassallo. La rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto”, che ha visto un susseguirsi di emozioni con appuntamenti destinati ad animare il nostro territorio anche in bassa stagione, sta riscuotendo un ottimo successo di pubblico e si concluderà il 1° giugno in Villa Matarazzo con la grande e attesa partecipazione di Giancarlo Giannini»
Comunicato stampa

Condividi con:

Nuovo programma televisivo sulle vacanze: Castellabate ancora protagonista

Condividi con:

È in lavorazione una nuova trasmissione televisiva che permetterà agli spettatori di scoprire affascinanti destinazioni turistiche italiane, offrendo informazioni e utili consigli sia ai proprietari di strutture ricettive sia ai turisti in cerca di nuove mete.

Gli autori del programma a tema vacanze hanno scelto di realizzare alcune riprese proprio nel caratteristico borgo di Benvenuti al Sud. Da qui la sinergia tra il direttore della Film Commission Regione Campania, Maurizio Gemma, attualmente impegnato nel prestare assistenza alla società di produzione Wavy – Fremantle Unit, e l’ufficio di promozione turistica e culturale del Comune, nella persona del responsabile Enrico Nicoletta.

Una delle puntate del programma sarà interamente dedicate al territorio del Cilento e in particolare a Castellabate, con riferimento agli ambienti più rappresentativi e suggestivi del luogo.

Le attività di ripresa, dal 16 al 19 maggio, verranno realizzate a cura di una troupe di circa 20 persone, con l’utilizzo di attrezzatura leggera e non invasiva, nel pieno rispetto dell’integrità dei luoghi, della privacy e della sicurezza dei cittadini.

Parte delle riprese verranno effettuate con moderne apparecchiature radiocomandate per riprese aeree a bassa quota, che esaltano ancor di più le bellezze paesaggistiche del territorio.



Il Sindaco Costabile Spinelli manifesta la sua soddisfazione: «Castellabate è stata scelta ancora una volta per il piccolo schermo, si tratta di un’ulteriore conferma del lavoro di promozione turistica e di valorizzazione che si sta portando avanti nel nostro comune, uno step che si somma ai tanti riconoscimenti raggiunti. L’impegno per la crescita del nostro territorio, insomma, continua a dare i suoi frutti, lo dimostra anche la sinergia con la Film Commission regionale che si rinsalda successo dopo successo, anche dopo la realizzazione delle note pellicole cinematografiche Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord».
Comunicato stampa

Condividi con:

“Le ninfe della tammorra” in concerto a San Marco per la rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto”

Condividi con:

Concerto de in piazza Comunale a San Marco di Castellabate per la rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto” promossa dall’assessorato al turismo e alla cultura.

30 aprile 2019 – San Marco di Castellabate
Guarda il video di Comune di Castellabate – Servizio di Germana Derì

 

Condividi con:

“Castellabate il luogo dell’incanto”: “Le ninfe della Tammorra” in concerto a San Marco

Condividi con:

L’atteso concerto de “Le ninfe della Tammorra” si appresta ad accompagnare, con ritmo, il lungo ponte festivo e turistico nel comune di Castellabate.

Uno spettacolo gratuito, inserito nel vasto programma della rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto” diretta da Girolamo Marzano, promossa dall’Assessorato al turismo e alla cultura del comune e co-finanziata con i Poc della Regione Campania.

L’esibizione di un parterre tutto al femminile è in programma martedì 30 aprile dalle ore 21 in Piazza Comunale a San Marco di Castellabate.

San Marco di Castellabate
San Marco e Licosa

Le Ninfe della Tammorra rappresentano un esempio della ricerca musicale profondamente inserita nella tradizione partenopea e mediterranea, grazie ad un uso efficace del linguaggio musicale e del teatro-danza e all’evocazione delle sonorità di strumenti tradizionali quali organetto, fisarmonica, chitarra battente, tamburi a cornice e con strumenti appartenenti a culture musicali diverse come il berimbau, la darbuka, il bouzouki, ed il cajon.

Lo spettatore viene travolto dal talento del gruppo di artisti, fondato e diretto da Serena Della Monica, che ha all’attivo numerose tournèe sia in Italia che all’estero e che ha riscosso sempre un grande successo di critica e il favore del pubblico. Un emozionante viaggio da non perdere, tra le danze rituali e i canti del Sud Italia, dalla Tammurriata alla Pizzica Pizzica, alle storie di briganti, a stornelli e serenate.



L’assessore al turismo e alla cultura Luisa Maiuri commenta così l’appuntamento musicale: «Uno spettacolo dall’atmosfera coinvolgente e affascinante, dove il ritmo dei tamburi, le voci ammalianti e la musica ipnotica entusiasmano sin dall’inizio lo spettatore più esigente. Una full immersion nella travolgente terra nostra del Sud, che Castellabate, il luogo dell’incanto, sa perfettamente rappresentare».

Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: il 28 aprile nel centro cittadino torna l’International Jazz Day

Condividi con:

Domenica 28 aprile, il centro cittadino di Agropoli diverrà un grande palcoscenico musicale. E’ l’“International Jazz Day” per la città di Agropoli, organizzato a cura di Officina 72, con il patrocinio del Comune di Agropoli, che giunge quest’anno alla sua quarta edizione.

A partire dalle ore 17.00, si svolgeranno concerti, esibizioni di artisti di strada ed esposizioni di vinili, foto e di altro materiale inerente il campo musicale.

L’“International Jazz Day” ad Agropoli avrà luogo attraverso un lungo percorso artistico a partire dall’inizio di Piazza Vittorio Veneto, passando per Piazza delle Mercanzie e via Patella, che guiderà l’ascoltatore alla piacevole scoperta del borgo antico di Agropoli, attraverso performance musicali di formazioni jazz emergenti locali e l’esposizione artistica “Il Jazz e la sua rappresentazione in diverse forme” dei ragazzi dell’Istituto comprensivo “Vairo” di Agropoli, al fine di favorire il connubio tra lo sviluppo musicale giovanile e quello del territorio.

Nel Novembre del 2011, l’UNESCO ha ufficialmente proclamato la giornata del 30 aprile come “International Jazz Day”, al fine di elevare la musica jazz al suo ruolo di strumento di unione tra i popoli di tutto il mondo, promuovere l’espressione di libertà e rinnovare il ruolo dei giovani nel cambiamento sociale ed affermare l’importanza assoluta della musica come motore artistico, didattico e socio-culturale.

PROGRAMMA COMPLETO:

Via Filippo Patella
DOODLIN’ JAZZ QUARTET:
Luca Spina – Chitarra
Michele Vassallo – Sax
Ciro Ferrigno – Contrabbasso
Mario Spina – Batteria

Sinergia, passione, divertimento: alcuni degli elementi dai quali nasce questo giovane quartetto salernitano che propone standards jazz con arrangiamenti e reinterpretazioni personali.

Piazza Vittorio Veneto
JOE CHIARIELLO DUO:
Joe Chiariello – Voce e chitarra
Massimino Voza – Batteria

Il blues come culla e crocevia di quasi tutta la musica dal 1900 ad oggi. Un viaggio attraverso le origini della musica afro-americana, nel delta del fiume Mississippi ove sono nate le radici della musica nera.

Piazza Vittorio Veneto
JAZZ REVERB DUO:
Antonio Di Domenico – Pianoforte
Tommasino Bergamo – Batteria

Il jazz tradizionale che si fonde con la musica latina: un viaggio nelle Americhe del sud attraverso rivisitazioni di grandi classici come “Fly me to the moon”, “Cantaloupe Island”, e “Take Five”.

Piazza delle Mercanzie
BIAGIO RUSSO TRIO:
Biagio Russo – Piano
Angelo Franco – Contrabbasso
Matteo De Vito – Batteria

“Biagio Russo, giovane pianista salernitano dotato di un forte senso ritmico e melodico che contraddistingue le sue composizioni, appena rientrato dall’evento “Piano City Napoli” che lo vedeva coinvolto insieme ad altri 700 pianisti, tra cui gli artisti Antonio Faraò e Stefano Battaglia.

Piazza delle Mercanzie
JAM SESSION!

Dalle ore 19.00 in poi, area e strumenti aperti a tutti i musicisti (e non) che abbiano voglia di condividere musica e creatività attraverso lo spirito fondamentale per la nascita e lo sviluppo del jazz: il suonare insieme!

Piazza Madonna di Costantinopoli – centro storico
Dalle ore 21.00 CONCERTO “ MARTINO-LAVIANO-SCRIGNOLI JAZZ TRIO”
Giulio Martino: Sax
Valerio Scrignoli: Chitarra
Alfredo Laviano: Batteria

Concerto finale a cura del sassofonista Giulio Martino, artista dal suono inconfondibile, in collaborazione con Valerio Scrignoli ed Alfredo Laviano: tre musicisti di grande caratura che, dopo il loro primo disco (un vero e proprio omaggio a John Coltrane), presentano il loro ultimo lavoro discografico dal titolo “Pannonica”, interamente dedicato alla storica figura che ha profondamente influenzato il jazz attraverso uno dei suoi maggiori esponenti: Thelonius Monk.



«Arricchiamo la primavera agropolese – afferma il sindaco Adamo Coppola – di un importante evento musicale, dedicato al jazz. Un appuntamento, che sta divenendo tradizione e che vede esibirsi nel nostro centro cittadino, band emergenti. La cultura è per noi tra i settori prioritari, sul quale stiamo puntando fortemente. E la musica è tra le maggiori forme di arte e cultura che, oltre alla creatività e all’emotività, è in grado di veicolare importanti messaggi».
Comunicato stampa

Condividi con:

Pienone di ascolti per il film tedesco girato a Castellabate: ottima promozione turistica

Condividi con:

Castellabate si conferma ancora una volta perfetto set cinematografico grazie al successo in Germania del film girato interamente nel borgo cilentano lo scorso anno.

Scenario ameno e suggestivo per il film TV andato in onda sul piccolo schermo, sul principale canale televisivo tedesco, lo scorso venerdì 12 aprile.

La critica tedesca ha subito definito la pellicola un volano per il territorio, “Papa hat keinen Plan” Der perfekte Werbespot für Italien, è il titolo di un articolo che ha commentato l’evento televisivo, che tradotto significa che questo film è “la pubblicità perfetta per l’Italia”.

Nel film Castellabate diventa la meta di un viaggio riconciliante per recuperare il rapporto burrascoso tra padre e figlia. Il lieto fine è assicurato grazie alla bellezza dei luoghi, all’ospitalità delle persone e all’allegria che si respira al Sud: un’atmosfera che riuscirà a fare breccia nel cuore dei due protagonisti.

Anche nel caso di questa romantica commedia, per i telespettatori tedeschi, “nessuno può sottrarsi al fascino del suono del mandolino e alle stradine panoramiche sul golfo”, come si legge nell’articolo di prisma.de, portale tedesco dedicato al mondo della televisione.

Ottimi sia gli ascolti che il riscontro della critica per il film prodotto da Saxonia Media, utilizzando la promozione cinematografica della Regione Campania.



L’assessore al turismo e alla cultura Luisa Maiuri commenta: «Castellabate torna protagonista nel mondo del cinema e della televisione, stavolta andando anche oltre i confini nazionali. I tedeschi amano e conoscono già il nostro territorio, apprezzando la sua natura e il mare cristallino, che grazie alla pellicola girata qui è arrivato ad una platea ancora più ampia di potenziali viaggiatori. Ho raccolto il commento di una signora che abita qui ma che ha amici in Germania, e mi fa piacere condividerlo, oltre che dalla trama del film, i telespettatori sono rimasti ancora più colpiti e incantati dallo sfondo del nostro borgo, uno scenario perfetto per la storia proposta».
Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate, “Jus primae noctis”: ottimo riscontro per la manifestazione teatrale

Featured Video Play Icon
Condividi con:

Il borgo antico di Castellabate e quello marinaro di San Marco sono diventati scenografia a cielo aperto di uno spettacolo teatrale itinerante, lo “Jus Primae Noctis”. Ancora un ottimo riscontro per le manifestazioni che rientrano nella rassegna culturale “Il luogo dell’incanto”, organizzata dall’Assessorato al turismo e alla cultura del Comune e co-finanziata dal POC Campania 2014/2020.



Interviste all’Assessore al turismo e alla cultura Luisa Maiuri e allo scrittore e umorista Amedeo Colella.

Guarda il video di Comune di Castellabate – Servizio di Germana Derì

 

Condividi con:

Agropoli, teatro “De Filippo”: stasera “La menzogna” con Serena Autieri e Paolo Calabresi chiude la stagione teatrale

Condividi con:

Oggi, venerdì 5 aprile, alle ore 20.45, il palcoscenico del teatro “De Filippo” di Agropoli ospiterà “La menzogna” con Serena Autieri e Paolo Calabresi, regia di Piero Maccarinelli.

Si tratta del decimo ed ultimo appuntamento della stagione teatrale della struttura di Piazza Mediterraneo.

Il testo è di Florian Zeller, tra i più apprezzati autori del teatro francese contemporaneo. Si chiude quindi in bellezza con l’attrice e cantante partenopea, protagonista di una commedia nella quale l’autore prova la sua abilità con infinite varianti sul tema del desiderio, del tradimento, della verità e della menzogna. Due coppie di amici, Paolo e Alice, Lorenza e Michele, si incontrano per una cena e, chiacchierando, si accorgono che i valori che hanno fino a quel momento condiviso si possono facilmente trasgredire. Tutto è affidato alla parola, al teatro, a un abile e crudele gioco di maschere, che confonde i confini fra menzogna e verità. In scena, con Serena Autieri e Paolo Calabresi, anche Totò Onnis e Eleonora Vanni.

Questo il pensiero del sindaco Adamo Coppola sulla stagione teatrale che si avvia a conclusione: «E’ stata un’altra stagione di successo. A solcare anche quest’anno le tavole del nostro teatro sono stati attori di caratura nazionale e non nascondo di aver provato grande soddisfazione nel sentire i loro apprezzamenti sulla nostra struttura. Per non parlare dalla grande risposta di pubblico, presente copioso ad ogni spettacolo. Stiamo investendo tanto in cultura e siamo felicemente stupiti che l’interesse verso tale settore sia sempre crescente».



Gli fa eco il direttore artistico Pierluigi Iorio: «Sono soddisfatto dell’andamento della stagione teatrale 2018/2019 la quarta nella città di Agropoli. Riscontro un grande successo di pubblico con un gradimento sempre crescente per gli spettacoli proposti, ben 10, che anche quest’anno spaziano dalla comicità alla letteratura, dal dramma alla commedia; lo stesso pubblico che ride alle battute di Casagrande, si commuove con Alessandro Haber e si identifica nella grande tradizione teatrale dei De Filippo. Questo è un evidente e concreto segnale di crescita culturale dei cittadini che concepiscono il teatro non come mero momento di svago ma anche di apprendimento e approfondimento. Questo aspetto, insieme con la partecipazione convinta dei ragazzi delle scuole secondarie della città, invitati a vivere il teatro con dei posti dedicati per ogni spettacolo, mi dà felicità e certezza che il cammino intrapreso sia quello giusto».
Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate: al via le riprese di un cortometraggio nella frazione San Marco

Condividi con:

Castellabate nuovamente set cinematografico, la frazione di San Marco, con il porto e la suggestiva spiaggia della Grotta, sarà lo scenario perfetto per il cortometraggio “Leto” della giovane regista Flavia Calabrese.

Primo ciak lunedì 8 aprile, poi le riprese proseguiranno per tre giorni consecutivi.

La protagonista del cortometraggio ha la sindrome di Alzheimer e la sua avventura è divisa tra i ricordi felici d’infanzia e la condizione più difficile della vecchiaia. Si tratta di una storia nata a San Marco perché – come motivato dalla stessa regista, legata al borgo cilentano perché meta abituale delle sue vacanze estive – la conformazione stessa del paese, così pittoresco e raccolto, lo rendono anche un perfetto scrigno per la memoria.

Un progetto, patrocinato dal Comune di Castellabate, che tratta il delicato e attuale tema della sindrome di Alzheimer.



Il Sindaco Costabile Spinelli commenta così l’iniziativa: «Il nostro territorio ispira sempre più spesso storie e diventa set privilegiato da molti registi, siamo lieti di ospitare ancora una volta una troupe e di collaborare alla buona riuscita di un progetto cinematografico che inoltre ci consente di supportare giovani emergenti e attori locali. Notizia recente è anche l’uscita, sulla prima rete televisiva tedesca, del film “Wenn Nicht, Dann Jetzt” girato a Castellabate lo scorso anno, altro importante tassello per la promozione del territorio attraverso il piccolo e il grande schermo»

Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: al cineteatro “De Filippo” in scena “Un ragazzo di campagna”

Condividi con:

Dopo il rinvio intervenuto lo scorso 25 gennaio, per indisponibilità di alcuni attori, lo spettacolo “Un ragazzo di campagna” andrà in scena al “De Filippo” di Agropoli venerdì 29 marzo, alle ore 20.45.

Si tratta del penultimo spettacolo incluso nel cartellone della quarta stagione teatrale della struttura agropolese.

La commedia del 1931, di Peppino De Filippo, rappresentata per la prima volta dai tre fratelli De Filippo, Eduardo, Peppino e Titina, viene riproposta al pubblico ammodernata nei tempi ma non nel contenuto. La vicenda è ambientata in una campagna napoletana negli anni ‘40 e narra di Pasqualino Paternò, un giovane contadino che, per la sua smisurata bontà, subisce le angherie del fratellastro Giorgio.



La Compagnia Stabile di Agropoli co-produce lo spettacolo, affiancando il nome di Agropoli a uno dei cognomi più importanti della drammaturgia mondiale: De Filippo. Protagonista dello spettacolo è Pierluigi Iorio, insieme ad una compagnia di attori bravissimi, con la caratteristica comune di essere stati tutti allievi del maestro Luigi De Filippo, scomparso pochi mesi fa.

Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: al “De Filippo” Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere in scena con “Il padre”

Condividi con:

Nuovo appuntamento al teatro “De Filippo” di Agropoli che domani, mercoledì 20 marzo, vedrà in scena Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere ne “Il padre” di Florian Zeller.

Si tratta dell’ottavo spettacolo della quarta stagione teatrale. Gli ultimi due appuntamenti della stagione 2018/2019 sono in programma il 29 marzo (Un ragazzo di campagna – in programma lo scorso 25 gennaio e poi rinviato); il 5 aprile (La menzogna con Serena Autieri e Paolo Calabresi).

La forza della pièce che verrà inscenata domani sera, alle ore 20.45, consiste nel saper raccontare con ironia, delicatezza e intelligenza, lo spaesamento di un uomo affetto da Alzheimer, la cui memoria inizia a vacillare e a confondere tempi, luoghi e persone.



Andrea (Alessandro Haber) è un uomo molto attivo, nonostante la sua età, ma mostra i primi segni di una malattia che potrebbe far pensare al morbo di Alzheimer. Anna, sua figlia (Lucrezia Lante Della Rovere), che è molto legata a lui, cerca solo il suo benessere e la sua sicurezza. Ma l’inesorabile avanzare della malattia la spinge a proporgli di stabilirsi nel grande appartamento che condivide con il marito. Lei crede che sia la soluzione migliore per il padre che ha tanto amato e con cui ha condiviso le gioie della vita. Ma le cose non vanno del tutto come previsto: l’uomo si rivela essere un personaggio fantastico, colorato, che non è affatto deciso a rinunciare alla sua indipendenza…

Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: Federico Buffa porta in scena “Il rigore che non c’era” al “De Filippo”

Condividi con:

Il rigore che non c’era”, settimo appuntamento della quarta stagione teatrale della struttura agropolese, è il nuovo spettacolo di Federico Buffa: il più grande storyteller italiano riprende la sua avventura teatrale, con un testo che parte da storie sportive per diventare poi un affresco storico, poetico, musicale. Il rigore che non c’era è quell’evento, magari improvviso, che ha cambiato la storia di una partita, è quella metafora, magari improvvisa, che ha cambiato la storia di una vita… In un luogo non collocato nel tempo e nello spazio, personaggi a un bivio, davanti a una scelta, condannati a raccontare e a raccontarsi. Sullo sfondo, un palazzo, due finestre dalle quali compare una sorta di angelo, custode e disincantato, interpretato da Jvonne Giò; in scena con Federico Buffa, uno strampalato attore, del quale veste i panni Marco Caronna, ed un pianista, Alessandro Nidi, compagni di viaggio nello scoprire che quella volta, quel rigore… ha cambiato la storia di tutti…

L’appuntamento è in programma venerdì 8 marzo alle ore 20,45.

Così come avviene dall’inizio della stagione teatrale, anche per questo spettacolo il direttore artistico Pierluigi Iorio, mette a disposizione delle scuole secondarie di secondo grado di Agropoli alcuni posti gratuiti. L’iniziativa, volta a favorire la fruizione del teatro ai più giovani per scopi educativi e sociali, sta avendo un successo sempre crescente.



Federico Buffa è un giornalista e telecronista sportivo italiano. Oltre alla sua attività di telecronista di basket e commentatore sportivo, Buffa ha condotto alcune trasmissioni antologiche sempre a tema sportivo, nelle quali ha dimostrato – secondo Aldo Grasso – di “essere narratore straordinario, capace di fare vera cultura, cioè di stabilire collegamenti, creare connessioni, aprire digressioni” in possesso di uno stile avvolgente ed evocativo.

Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: Biagio Izzo in scena al cineteatro “De Filippo”

Condividi con:

Sabato 23 febbraio alle ore 20.45, al Cineteatro “De Filippo” di Agropoli, il comico partenopeo Biagio Izzo sarà in scena con “I fiori del latte”, di Eduardo Tartaglia, con la regia di Giuseppe Miale Di Mauro.

La storia è ambientata in un caseificio di prossima apertura, dove due cugini, Aniello e Costantino, dopo anni di sacrifici decidono di investire tutti i loro risparmi. L’azienda punta a diventare un’oasi ecologica dove ogni prodotto è naturale, senza additivi chimici. Si scoprirà però che il caseificio è situato in una zona nota alle cronache per lo sversamento dei rifiuti tossici. La commedia, scritta da Eduardo Tartaglia e messa in scena da Giuseppe Miale di Mauro, prende spunto da fatti drammaticamente saltati alla cronaca qualche anno fa.



«Sono felice – afferma il direttore artistico del “De Filippo”, Pierluigi Iorio – di ospitare in stagione Biagio Izzo, campione del sorriso, con la sua compagnia. Proponiamo una comicità non fine a se stessa, ma condita da spunti di riflessione, in modo da poter restituire al teatro la sua giusta funzione».

Si tratta del sesto spettacolo in cartellone ad andare in scena nel teatro agropolese. Per l’attore partenopeo è la terza volta al “De Filippo”, dopo aver portato in scena “L’amico del cuore” nel 2015 e “Bello di papà” nel 2017.
Comunicato stampa

Condividi con: