Agropoli: al via le domande per le cure termali per anziani ultrasessantenni

Condividi con:

Il Comune di Agropoli organizza un soggiorno per cure termali per anziani autosufficienti, a Contursi, presso le terme “Il Tufaro”.

Il periodo previsto è quello compreso tra il 13 e il 27 maggio. Il servizio, a titolo gratuito, comprende: viaggio di andata e ritorno; visita medica con controllo generale prima dell’inizio della cura. Sono disponibili 54 posti.

Possono partecipare: gli anziani ultrasessantenni, residenti nel Comune di Agropoli. Le domande dovranno pervenire al protocollo dell’Ente entro il 6 maggio 2019. Alla domanda deve essere allegata copia del documento d’identità del richiedente.



I moduli per la domanda ed altre informazioni sono reperibili presso l’ufficio dei servizi sociali del Comune o sul sito istituzionale.

L’elenco degli aventi diritto, in rapporto al numero dei posti disponibili, sarà formato tenendo conto della data di presentazione della richiesta al protocollo.
Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate, Giornata nazionale della salute della donna: convegno medico sul linfedema

Condividi con:

In occasione della 3^ Giornata Nazionale della Salute della donna, sabato 6 aprile alle ore 10 presso l’aula consiliare Corrado Grande della Casa Comunale di Castellabate, si terrà un incontro informativo sul linfedema.

L’iniziativa medico scientifica è stata promossa dal Club Inner Wheel Paestum “Città delle Rose” e gode del patrocinio del Comune di Castellabate.

Il convegno vedrà la presenza di medici esperti ed operanti nel settore, il tema sarà quello dell’insorgenza e del trattamento del linfedema, una malattia tutt’altro che rara, tuttavia ancora molto sottostimata, che colpisce i vasi linfatici e causa un accumulo di liquidi e altre sostanze negli spazi intercellulari.

Tra i relatori che parteciperanno alla tavola rotonda: il dottor Alferio Niglio, angiologo, con un’introduzione della problematica, la dottoressa Angela Piantadosi, fisiatra, sulle cause della malattia e sull’inquadramento clinico, la dottoressa F.T. Katia Boemia, linfoterapeuta, per una dimostrazione di bendaggio multicomponente, le conclusioni sono affidate al dottor Gerardo Siano, che presenterà le attività dell’Unità Operativa Breast Unit.



Il Vice Sindaco Luisa Maiuri commenta così l’iniziativa: «Si tratta di un incontro medico di grande spessore dedicato agli esperti del settore e ai fisioterapisti ma anche a tutti coloro che desiderano informarsi su una patologia cronica che non deve essere trascurata. È un ottimo modo per celebrare la giornata nazionale della salute della donne e per questo abbiamo subito accolto la proposta del presidente del Club Paestum “Città delle Rose”, Lorenza Rocco Carbone e dell’associata Sonia Scognamillo».

Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate, iniziativa Fidapa a Villa Matarazzo per la prevenzione: le interviste

Condividi con:

Tavola rotonda dal titolo “Prevenzione cosa fare? Dalle parole ai fatti”, organizzata dal gruppo di lavoro Teaming Up della sezione FIDAPA di Castellabate.

All’interessante incontro presenti illustri personalità del campo medico, provenienti da tutto il territorio cilentano e i direttori sanitari dei distretti 70 Vallo-Agropoli e 72 Sala Consilina.

Guarda il video sulla notizia – Servizio di Germana Derì

 

 

 

Condividi con:

Prevenzione, Villa Matarazzo si illumina di rosa: convegno medico promosso dalla FIDAPA Castellabate

Condividi con:

Sabato 23 Marzo 2019 alle ore 17:00 presso la sala conferenze della Villa Materazzo a Santa Maria di Castellabate si terrà una tavola rotonda dal titolo “Prevenzione cosa fare? Dalle parole ai fatti“, organizzata dal gruppo di lavoro Teaming Up della sezione FIDAPA di Castellabate.

All’interesse incontro, curato della referente del gruppo nonché Roberta Piccirillo, saranno presenti illustri personalità del campo medico, provenienti da tutto il territorio cilentano e i direttori sanitari dei distretti: il dottor Francesco Lombardo, responsabile del distretto sanitario numero 70 Vallo-Agropoli, che sottolineerà proprio l’importanza dell’organizzazione distrettuale nella prevenzione oncologica, e il dottor Claudio Mondelli, direttore responsabile del distretto sanitario 72 Sala Consilina, che parlerà dell’importanza degli screening.

Per l’occasione la facciata della suggestiva dimora ottocentesca verrà illuminata di rosa. I saluti istituzionali sono affidati al presidente della FIDAPA Castellabate, Brasilina Guariglia, al sindaco di Castellabate Costabile Spinelli e al dottor Tommaso Pellegrino, nella doppia veste di presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e di medico oncologo. Siederanno al tavolo anche il professor Umberto Bracale, specialista in chirurgia mininvasiva presso l’azienda ospedaliera universitaria Federico II, il dottor Gerardo Siano, chirurgo senologo e il dottor Maurizio Del Verme che porterà il suo contributo in ambito ginecologico. Modererà il dibattito la referente del Teaming Up nonché past presidente della sezione, Roberta Piccirillo.



“Questo evento nasce da un nostro gruppo di lavoro che, in concomitanza con le altre sezioni FIDAPA di tutta Italia, ha voluto fornire un contributo concreto nell’ambito medico e della prevenzione”, spiega il presidente della sezione di Castellabate, Brasilina Guariglia, in merito all’iniziativa e aggiunge: “Attraverso questo incontro si vuole sottolineare ancora una volta l’importanza degli screening perché, richiamando un vecchio slogan sempre molto attuale, prevenire è meglio che curare”.
Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate, cure termali pendolari a Contursi: si raccolgono le adesioni

Condividi con:

Anche quest’anno, dopo i successi degli anni precedenti, l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Castellabate intende promuovere le cure termali pendolari a Contursi attraverso la messa a disposizione del trasporto gratuito diretto giornaliero con bus dedicato. L’attività, che prenderà il via lunedì 21 maggio e si concluderà il 2 giugno, è rivolta ai cittadini che abbiano necessità di cure termali come fanghi o inalazioni.

Le cure sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale per cui è necessaria l’impegnativa del medico di famiglia. Per prenotarsi occorre consegnare entro il 10 maggio all’Ufficio Politiche Sociali del Comune la ricetta medica con l’indicazione del tipo di cure da effettuare e la copia del documento d’identità.



L’Assessore alle Politiche Sociali Elisabetta Martuscelli commenta così l’iniziativa: «Si tratta di un’attività sia sanitaria che sociale perché consente ogni anno, ai nostri cittadini anziani e non solo, di usufruire di prestazioni che hanno un vantaggio in termini di salute ma che rappresentano anche un’occasione positiva di scambio e socializzazione».
Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: sabato 11 novembre la conferenza “L’inserimento in agricoltura delle persone con autismo”

Condividi con:

Si terrà sabato 11 novembre dalle ore 9.30, presso l’Aula Consiliare del Comune di Agropoli, la conferenza dal titolo “L’inserimento in agricoltura delle persone con autismo”. Dopo i saluti del Sindaco del Comune di Agropoli, Adamo Coppola, del consigliere delegato alle Politiche sociali del Comune di Agropoli, Vanna D’Arienzo e del Presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello, Alfonso Andria, seguiranno le relazioni di esperti sul tema. L’onorevole Sabrina Capozzolo, componente della XIII Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati relazionerà su “L’attuazione della Legge n.141/2005 sull’agricoltura sociale in Italia”; Carmela Bravaccio, Professore associato di Neuropsichiatria infantile presso l’Università degli Studi di Napoli – Federico II, tratterà il tema de “Le diverse abilità”. Interverranno Italo Santangelo, Consulente Agronomo; Paolo Vassallo, Presidente Autism Aid onlus; Teresa Rio, Presidente Cilento4All. Le conclusioni saranno affidate a Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente della Regione Campania e consulente delegato ad Agricoltura, Caccia e Pesca.



Il termine agricoltura sociale sta ad indicare l’insieme delle pratiche, anche differenti tra loro, realizzate a beneficio di persone o fasce della popolazione per le quali risulta carente l’offerta di servizi. Si tratta, quindi, di attività e servizi che vengono progettati e realizzati in risposta a problematiche ed esigenze locali e specifiche, impiegando l’agricoltura e le risorse da essa traibili per promuovere azioni terapeutiche, educative, di inclusione sociale e lavorativa, e servizi utili per la vita quotidiana. La conferenza, organizzata dall’Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Scienze mediche traslazionali, Autism Aid onlus, Cilento4all e Slow Food Cilento, patrocinata dalla Regione Campania e dal Comune di Agropoli, intende fare il punto sulle possibilità offerte a livello normativo, scientifico, tecnico ed organizzativo su un argomento di stretta attualità, qual è l’inserimento in agricoltura di persone con disturbi dello spettro autistico. E’ dimostrato da ricerche autorevoli che percorsi qualificati e specifici di sviluppo delle competenze consentono a queste persone un grado di autonomia personale, sociale e lavorativa adeguata alla personalità di ognuno. In particolare, l’attività lavorativa in agricoltura, che permette ritmi e tempi diversificati, con il supporto di un tutor, favorisce l’inserimento della persona agevolandone l’inserimento sociale.
Comunicato stampa

Condividi con:

“Il Diabete. Meglio se lo conosci”: tour di prevenzione a Capaccio, Agropoli e Castellabate

Piazza Lucia Santa Maria di Castellabate
Condividi con:

Tre tappe in altrettanti comuni del Cilento per sensibilizzare la popolazione sui rischi legati al diabete. Il tour della prevenzione, organizzato da Humanitas Salerno, Associazione “ATDI – Team diabetologici italiani onlus” e Associazione Onlus Stranieri nel Mondo in collaborazione con l’Istituto Polidiagnostico Santa Chiara di Agropoli, prenderà il via da Capaccio domenica 29 gennaio. In piazza Santini, dalle ore 8,30 alle 13 e dalle 16 alle 18, sarà presente un camper/ambulatorio itinerante presso il quale i cittadini potranno effettuare gratuitamente un test glicemico, utile a verificare la predisposizione allo sviluppo della patologia diabetica. Lo staff specializzato distribuirà, inoltre, materiale informativo per la cura e la prevenzione della malattia. L’iniziativa, denominata “Il Diabete. Meglio se lo conosci”, ha raccolto il patrocinio della Provincia di Salerno e dei Comuni interessati dal tour: Agropoli, Capaccio e Castellabate.

Secondo le stime dell’OMS, nei prossimi dieci anni il numero dei pazienti diabetici raddoppierà. In Campania, come emerge dall’ultima indagine multiscopo ISTAT, c’è una presenza di 85 mila diabetici fra i 18 ed i 64 anni. Nell’area geografica che comprende i comuni di Agropoli, Capaccio, Castellabate, Cicerale, Laureana, Ogliastro, Prignano e Torchiara, il numero dei pazienti diabetici è stimato in almeno 4 mila. Vi è poi un’elevata percentuale di potenziali pazienti che sono refrattari all’idea di curarsi oppure che non riesce ad attendere le lunghe liste d’attesa (anche 4 mesi) per effettuare una visita con piano terapeutico.

“Siamo molto felici di essere tra i promotori di questa iniziativa – spiega la dottoressa Rosetta Di Buono, titolare dell’Istituto Polidiagnostico Santa Chiara di Agropoli – La nostra struttura si conferma in prima linea nell’educazione e nella prevenzione. Attraverso questo tour, che farà tappa in tre importanti comuni del salernitano, sensibilizzeremo i cittadini sui rischi di una malattia che è in costante crescita soprattutto tra la popolazione con oltre 40 anni.”

“L’informazione corretta è il primo passo verso le cure – sottolinea il dottor Pasqualino Calatola, presidente dell’Associazione “ATDI – Team diabetologici italiani onlus” – Non tutti sanno che è possibile diagnosticare la presenza o il rischio di diabete con pochi e semplici esami. Inoltre, adottando cambiamenti nello stile di vita è possibile prevenirlo o curarlo, almeno nella forma a maggiore prevalenza.”

Le prossime tappe del tour della prevenzione si svolgeranno a Castellabate (piazza Lucia) e ad Agropoli (piazza Vittorio Veneto) rispettivamente il 19 febbraio e il 26 marzo.

Piazza Lucia
Condividi con: