Cavatielli alla cilentana

Messaggio promozionale

Condividi con:

Ricetta dei Cavatielli alla cilentana, un tradizionale primo cilentano

Dosi Costo Difficoltà Tempo
6 Basso Bassa 2h 15′

NB: prima di provare la ricetta dei cavatielli alla cilentana leggi il disclaimer.

Descrizione e storia della ricetta dei cavatielli alla cilentana

I cavatielli alla cilentana rappresentano l’ennesimo piatto povero che caratterizza la cucina tipica del Cilento. Questa tipologia di pasta cilentana, difatti, è composta esclusivamente da acqua e farina, ma arricchita dal sapore di tutti i suoi condimenti, che in passato nel Cilento venivano prodotti in ogni famiglia.

Cavatelli alla cilentana

Cavatelli alla cilentana

Ingredienti ricetta dei cavatielli alla cilentana

Gli ingredienti necessari per la preparazione della ricetta sono:

  • 600 g di farina di semola
  • 1 pezzo di carne di maiale
  • 1 litro di passato di pomodoro
  • olio EVO del Cilento
  • 400 ml di acqua tiepida
  • cacioricotta cilentana o formaggio caprino del Cilento
  • peperoncino
  • aglio
  • basilico
  • sale



Preparazione ricetta dei cavatielli alla cilentana

Mettete in una pentola a soffriggere nell’olio del Cilento un aglio e un pizzico di peperoncino.

Aggiungete sul fuoco la carne e lasciatela rosolare per bene, togliete poi l’aglio e aggiungete la passata di pomodoro, lasciandola cuocere a fuoco lento per un paio di ore.

Versate la farina a fontanella su una spianatoia e aggiungete al centro l’acqua tiepida e un pizzico di sale.

Impastate per bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Lasciatelo riposare ricoperto da un panno per 30 minuti.

Assottigliate l’impasto fino ad ottenere dei cilindretti (1 cm larghi e 2-3 cm lunghi), premete su ognuno di esse con due dita facendoli rigirare su stessi ottenendo cosi la cavatura della pasta del Cilento.

Aggiungete i cavatielli e un pizzico di sale in una pentola con acqua bollente e fateli cuocere per 6-7 minuti.

Scolate i cavatielli alla cilentana e conditeli con il ragù (la carne potrebbe essere servita come secondo), con qualche foglia di basilico e con la cacioricotta cilentana o il formaggio caprino grattugiato e servite.

buon appetito!

Condividi con:
CilenTiAmoci, il portale di Castellabate e dintorni © 2014 Frontier Theme