Archivi tag: ambiente

Castellabate, Ambiente: arriva il nuovo piano sui rifiuti

Condividi con:

«Il nuovo sistema di gestione adottato è la soluzione più utile nell’ottica del miglioramento dei servizi legati all’ambiente, siamo pronti alla sfida», lo afferma l’assessore al ramo del Comune di Castellabate, Domenico Di Luccia, intervenuto alla conferenza stampa organizzata dall’Amministrazione comunale, in sinergia con SARIM, la società incaricata, per annunciare tutte le novità presenti nel nuovo piano sui rifiuti che è appena entrato in vigore. Una vera e propria rivoluzione, che partirà ufficialmente dal 24 febbraio, in linea con gli ottimi risultati ottenuti da un territorio pluripremiato sui temi ambientali, non ultima la pubblicazione dei dati Arpac sull’acqua di balneazione, definita eccellente.

La principale novità riguarda il calendario per il conferimento della raccolta differenziata con sacchetti di colori diversi a seconda del materiale. Inoltre la presenza nell’isola ecologica di ulteriori servizi quali, ad esempio, una guida dettagliata per il compostaggio domestico. Sono stati inoltre evidenziati gli importanti risultati attesi con il nuovo sistema di conferimento che, a regime, produrrà numerosi benefici per l’ambiente. Ai cittadini verranno consegnati mensilmente i sacchetti e i kit per semplificare la differenziazione dei materiali di scarto, verranno inoltre promosse campagne di comunicazione per sensibilizzare circa l’importanza di praticare correttamente la raccolta differenziata dei rifiuti.



Il Sindaco Costabile Spinelli: «Le nuove regole verranno spiegate ai cittadini attraverso incontri specifici nelle varie frazioni, tale rivoluzione nel settore ambiente a Castellabate non riguarderà soltanto una gestione più accorta dei servizi di raccolta e di quelli correlati quali le casette dell’acqua, le colonnine di ricarica per le auto elettriche e l’isola ecologica ma evidenzierà anche la crescita complessiva che si sta portando avanti sul territorio».

«L’impegno della Sarim è fortemente indirizzato a garantire pulizia, decoro urbano e rispetto per l’ambiente, incrementando, in tal modo, il benessere e la qualità della vita delle famiglie, delle attività commerciali e dei visitatori – dichiara Michele Marino di SARIM – Per farlo abbiamo messo in campo tutte le nostre forze per lo sviluppo di un piano organizzativo ampio e strutturato. Il nostro obiettivo è di superare ampiamente la soglia prevista per legge del 65% di materiale differenziato da avviare a recupero».

Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate: importanti novità nel sistema di gestione ambientale

Condividi con:

Numerose le innovazioni relative al settore ambiente nel comune di Castellabate, è stata sviluppata infatti una modifica complessiva dell’organizzazione, comprendente le attività di pianificazione, le responsabilità, le pratiche, le procedure per sviluppare, riesaminare e migliorare la politica ambientale sul territorio.

La gestione dei rifiuti in primis è stata completamente rivoluzionata per ottimizzare il servizio di raccolta differenziata, ottenendo un ulteriore miglioramento delle condizioni ambientali di un territorio già premiato da importanti riconoscimenti e dotato di un’isola ecologica all’avanguardia. Per fornire tutte le informazioni utili alla cittadinanza, l’Amministrazione Comunale in accordo con SARIM, società che gestisce il servizio, ha in programma alcuni incontri pubblici oltre a una distribuzione puntuale del nuovo calendario per il ritiro dei rifiuti e del kit da utilizzare per il conferimento.

Una prima conferenza è in programma mercoledì 16 gennaio alle ore 10:30 presso l’aula consiliare C. Grande del Comune di Castellabate.



Il Sindaco, Costabile Spinelli dichiara in merito alle modifiche del servizio: «Il nostro impegno ha portato Castellabate ad essere all’avanguardia nel settore ambientale ma non ci accontentiamo, diventando uno dei primi comuni pronti ad adottare tali novità e investendo ulteriormente in un settore cruciale che richiede anche la collaborazione dei cittadini, sempre più sensibili ed informati, che invitiamo ad una partecipazione attiva e responsabile».

Esprime soddisfazione l’Assessore all’ambiente, Domenico Di Luccia: «Attraverso un sistema più puntuale ed efficace di conferimento e di smaltimento dei rifiuti puntiamo ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata del nostro comune. Castellabate si distingue ancora una volta per l’attenzione che pone al settore di salvaguardia ambientale, fondamentale per lo sviluppo sostenibile del nostro territorio»

Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: nuovo intervento di pulizia sulla spiaggia del lido Venere

Condividi con:

Le mareggiate degli ultimi giorni, avevano riportato nuovamente plastica e altri rifiuti sulla spiaggia compresa tra torre San Marco e foce Solofrone.

Così come accaduto nelle scorse settimane, è stata disposta la pulizia dell’intero tratto di arenile di competenza, al fine di evitare che tali rifiuti potessero, con una successiva mareggiata, essere riportati in mare, con le conseguenze immaginabili in termini di inquinamento e non solo. La situazione viene tenuta monitorata costantemente dal sindaco Adamo Coppola, di concerto con il vicesindaco ed assessore all’Ambiente, Elvira Serra e con l’assessore al Porto e Demanio, Eugenio Benevento.



«La nostra attenzione alle spiagge e al nostro mare – afferma il sindaco Adamo Coppola – è massima. Certo, a causa delle mareggiate continue diventa più complicato garantire la pulizia delle spiagge nel periodo autunnale-invernale, ma dobbiamo intervenire, in maniera categorica, quando queste portano a riva materiale inquinante. Un grazie va agli operai della Sarim, che hanno raccolto circa 80 sacchi di materiale che si era riversato negli ultimi giorni sull’arenile, nei pressi del lido Venere. Il mare – conclude – è il nostro tesoro più prezioso, custodiamolo e rispettiamolo».

Comunicato stampa

Condividi con:

Cilento: “no” all’utilizzo di erbicidi a base di glifosate nell’area Parco

Condividi con:

Il Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, ha adottato una importante delibera con la quale viene definitivamente bandito dall’intero Territorio dell’Area Protetta l’utilizzo di erbicidi sistemici a base di glifosate.
L’atto deliberativo va dunque nella direzione di una completa eliminazione dei diserbanti chimici sia nelle aree agricole che in aree extra agricole all’interno dell’area Parco e persegue una progressiva adozione di modalità alternative che non determino effetti potenzialmente nocivi. Nella delibera, inoltre, viene rivolto anche l’invito ai Comuni del PNCVDA di adottare analoghi provvedimenti di divieto dell’utilizzo di erbicidi sistemici a base di glifosate.



«Esiste un principio di precauzione, che abbiamo il dovere di applicare soprattutto quando si parla di rischi per la salute”. Ha dichiarato Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni. “L’agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro nel 2015 ha inserito il diserbante, Glifosate, nella lista delle sostanze “probabilmente cancerogene”. Per questo motivo con il Consiglio Direttivo abbiamo ritenuto opportuno adottare tutte le misure possibili per evitare l’utilizzo del Glifosate nel Territorio del Parco, in modo da rispettare la tutela e la valorizzazione della nostra produzione agroalimentare, ottemperando nello stesso tempo a quel principio di precauzione, a tutela della salute delle numerose Famiglie che vivono nella nostra meravigliosa Area Protetta.» Ha concluso il Presidente Pellegrino.
Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate, riqualificazione Castelsandra: il 5 dicembre la firma di un protocollo d’intesa

Condividi con:

Le villette abusive del complesso turistico Castelsandra sono state abbattute e, dopo un lungo iter, i lavori di sgombero dell’area sono stati finalmente completati. Il Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare On. Gian Luca Galletti sarà presente a Castellabate il prossimo 5 dicembre per prendere parte alla cerimonia che sottolineerà la restituzione delle aree dopo l’eliminazione delle opere costruite abusivamente.

Alle ore 15 è prevista la visita all’interno del parco, dove verrà visionato anche il corpo principale, un albergo di lusso sorto in una delle aree più belle della costa cilentana, sulla collina panoramica di San Marco, un complesso che venne confiscato alla camorra negli anni ‘90 e che da allora giace in stato di totale abbandono.

Alle ore 16 ci si sposterà in Villa Matarazzo a Santa Maria, per la firma ufficiale del Protocollo d’Intesa tra Comune di Castellabate, Parco Nazionale del Cilento e Soprintendenza, che definisce in sinergia gli indirizzi per il recupero del complesso sottratto alla criminalità organizzata.



Si parlerà del tema “Castelsandra, Ieri e Domani”, con gli interventi del Sindaco di Castellabate,Costabile Spinelli, del Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Tommaso Pellegrino, della Dirigente della Soprintendenza BeAP di Salerno, Francesca Casule, del Presidente e Amministratore Delegato Sogesid S.P.A. – la società incaricata dal Ministero dell’Ambiente di effettuare i lavori di demolizione – Enrico Biscaglia. Le conclusioni saranno affidate al Ministro dell’Ambiente On. Gian Luca Galletti.

«La visita del Ministro competente Gian Luca Galletti testimonia l’importanza e pone la giusta attenzione a quanto è stato fatto al Castelsandra e per questo gli siamo grati», dichiara il Sindaco di Castellabate Costabile Spinelli, che aggiunge: «Restituire alla comunità l’area dove sorgevano 28 villette abusive e parlare insieme al Parco Nazionale del Cilento e alla Soprintendenza, che ringrazio, della volontà comune di trasformare un bene confiscato alla criminalità in una risorsa per il territorio, rappresenta un esempio positivo di sinergia tra gli Enti».

«Il recupero del paesaggio inteso come bene comune, la bonifica di un’area dal grande valore e dalla bellezza naturalistica che si trova nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ci impone di agire, perché una tale situazione ferisce un territorio tutelato e protetto come questo», ribadisce il Presidente Tommaso Pellegrino: «Siamo orgogliosi di contribuire ad un progetto condiviso, partito proprio da Castellabate e che verrà sottoscritto nel Centro di Promozione Riserve Marine e del Paesaggio Mediterraneo, con una proposta ecosostenibile e dal forte impatto simbolico».

Comunicato stampa

Condividi con: