Nasce “Marevivo – Divisione Sub” nell’AMP Santa Maria di Castellabate

Condividi con:

La Divisione Sub Marevivo nasce nell’Area Marina Protetta Santa Maria di Castellabate per opera di Natale De Santis, presidente dell’A.S. Cilento Sub New, e di un gruppo di amici amanti del mare.

Santa Maria

Lo scopo è di promuovere e diffondere una mission importante volta a tutelare la biodiversità, lo sviluppo sostenibile, la valorizzazione e la promozione delle Aree Marine Protette, partecipando anche ad iniziative di salvaguardia ambientale promosse dai vari Enti territoriali. Inoltre, coinvolgendo attivamente il mondo della subacquea, si vuole salvare il mare dalla plastica visto che 134 specie marine del Mediterraneo sono vittime di ingestione di plastica e molte altre ne rimangono intrappolate e uccise

“Il nostro obiettivo principale – dichiara Natale De Santis – è monitorare e ripulire costantemente i punti di immersione della nostra bellissima Area Marina Protetta e trasmettere a tutti il rispetto e l’amore per il mare con la speranza di costruire un mondo in cui l’uomo possa vivere in armonia con la natura.”


Soddisfatto il Consigliere comunale con delega all’Area Marina Protetta Assunta Niglio, che commenta così l’iniziativa: “La grande opera dell’esercito di volontari è fondamentale per migliorare la qualità della vita nei luoghi in cui viviamo, per preservarli e custodirli. Oggi abbiamo tutti il dovere morale di adoperarci per limitare i danni ambientali e Marevivo è, sicuramente, un validissimo interlocutore per la tutela e la difesa della risorsa mare”.

Cosa fa Marevivo

L’Associazione nasce nel 1985. Da allora si batte senza sosta per la difesa del mare e delle sue risorse, generando, nel corso degli anni, una rete articolata di rapporti con istituzioni, cittadini e categorie di settore, su scala nazionale ed internazionale.

Per le sue attività in Italia e all’estero, si avvale del supporto dei comitati scientifico e giuridico, di delegazioni territoriali, di una divisione subacquea e di un’organizzazione capillare di volontari e iscritti.

Le sue attività, i progetti e le campagne in difesa dell’ambiente marino, svolti con l’impegno volontario dei propri associati e con il sostegno di istituzioni e aziende private, puntano a suscitare interesse e consenso, grazie ad una intensa e significativa forza comunicativa, che consente all’associazione di incidere nei processi e nelle politiche di riferimento.
Comunicato stampa

Condividi con:

Telecamere RAI ancora a Castellabate: l’AMP di Santa Maria protagonista a “Linea Blu”

Spiaggia Scario Santa Maria di Castellabate
Condividi con:
Spiaggia Scario

La storica trasmissione “Linea Blu” condotta da Donatella Bianchi, che da quasi vent’anni porta la cultura del mare nel piccolo schermo, ha scelto ancora una volta di approdare a Castellabate, comune cilentano che ha fatto della tutela e della riscoperta delle arti marinare e del turismo legato alla balneazione una sua carta vincente. La regina in Blu sarà l’Area Marina Protetta di Santa Maria di Castellabate che, con il suo vasto patrimonio di bellezza, cultura, archeologia e biodiversità, farà parlare di sé durante la puntata che andrà in onda alle 14 su RaiUno il prossimo 11 novembre. Tanti gli spunti che verranno approfonditi durante le riprese effettuate in questo weekend, lungo tutta la costa che va da Punta Tresino a Punta Licosa. La troupe di RaiUno, guidata dalla giornalista Donatella Bianca farà un vero e proprio tour nella vita locale legata al settore mare, tra sport acquatici, pesca, turismo, artigianato, storia e dieta mediterranea. Fondali straordinari e poco conosciuti verranno alla luce attraverso le riprese subacquee e una visita al Centro di Promozione Riserve Marine e del Paesaggio. Ampio spazio anche alle gare sportive, come il circuito europeo di nuoto in acque libere, e alle pratiche da pesca tradizionali e alle tecniche artigianali di costruzione delle imbarcazioni tramandate dai maestri d’ascia, attraverso interviste e testimonianze di artigiani, pescatori e storici locali.



L’Assessore al Turismo e alla Cultura Luisa Maiuri sull’opportunità: «Ancora una volta il nostro Luogo dell’Incanto ha la possibilità di farsi notare attraverso un importante volano per la promozione del turismo e del territorio, frutto di un lavoro di squadra costante di valorizzazione svolto in sinergia con l’Ufficio di Promozione Turistica e Culturale del comune».
Soddisfatto anche il Consigliere con delega all’Area Marina Protetta di Santa Maria di Castellabate, Assunta Niglio: «Una preziosa vetrina per la nostra costa e per la splendida Area Marina Protetta che sicuramente valorizzerà alcune attività ad essa legate come lo sport, la sicurezza in mare, l’archeologia subacquea, partendo dall’elemento più importante da tutelare che è la pesca artigianale».
Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate: “Linea Blu” dedicherà una puntata all’area marina protetta

Featured Video Play Icon
Condividi con:

Castellabate torna sotto i riflettori! LineaBlu, la storica trasmissione dedicata al mare targata RaiUno, dedicherà una puntata all’Area Marina Protetta di Santa Maria. In questi giorni la troupe sta prendendo nota degli scorci più suggestivi scelti per le riprese che verranno effettuate con Donatella Bianchi la prossima settimana, nei giorni 26-27-28 ottobre, quasi completamente nel nostro Comune. Pronti a salpare? Ci rivediamo in TV sabato 11 novembre alle 14.

Guarda il video di Cilento Channel sulla notizia

Condividi con:

Parco, concorso d’idee: un nuovo logo per le due Aree marine protette cilentane

Condividi con:
Cala della Bella

Un concorso di idee per la realizzazione dei loghi delle due Aree Marine Protette di Costa degli Infreschi e della Masseta e di quella di Santa Maria di Castellabate.

In qualità di Ente Gestore, l’Ente Parco intende dotare le Aree Marine Protette di un proprio brand grafico capace di contraddistinguerne la comunicazione pubblica e quella istituzionale. Al termine delle procedure concorsuali appena indette, un’apposita commissione di esperti dovrà scegliere i due loghi che meglio degli altri saranno in grado di evocare i tratti rappresentativi, le peculiarità e la capacità di attrazione turistica e culturale delle due aree marine.



Il Presidente del Parco, Tommaso Pellegrino, entusiasta dell’iniziativa, ha dichiarato: “Questo è solo uno dei primi passi di un processo di profondo slancio delle Aree Marine Protette e dei territori coinvolti, destinati ad avere un ruolo centrale nella politica dell’Ente nel prossimo futuro”.

I dettagli dei due concorsi di idee e tutte le altre informazioni per chi intende partecipare sono reperibili sul sito istituzionale dell’Ente Parco all’indirizzo www.cilentoediano.it.

Condividi con: