Anche nel Comune di Castellabate la carta d’identità diventa elettronica

Piazza Lucia Santa Maria di Castellabate
Condividi con:
Piazza Lucia Santa Maria di Castellabate
Piazza Lucia

A partire da lunedì 16 aprile 2018 anche il Comune di Castellabate rilascerà ai propri residenti la carta d’identità elettronica (C.I.E.), che sostituisce il documento cartaceo. La nuova tipologia di carta elettronica è realizzata in materiale plastico, simile ad una carta di credito ed è dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip che memorizza i dati del titolare.

Le carte d’identità cartacee attualmente in possesso dei cittadini manterranno comunque la loro validità fino alla naturale data di scadenza. L’eventuale richiesta della Carta elettronica prima di tale scadenza si potrà effettuare solo in caso di deterioramento, smarrimento, furto o primo rilascio.

L’emissione della carta elettronica richiede inoltre un passaggio a cura del Ministero dell’Interno, tramite il Poligrafico e Zecca dello Stato che provvede ad emetterla su supporto magnetico e ad inviarla al Comune o direttamente all’indirizzo del richiedente in sette giorni lavorativi.



Il Sindaco Costabile Spinelli commenta così l’innovazione: «Anche Castellabate è pronta per il rilascio della nuova carta di identità elettronica, ulteriore passo in avanti per la trasformazione digitale dei servizi al cittadino che, grazie anche al rinnovo delle nostre piattaforme digitali, stiamo cercando di velocizzare e perfezionare per stare al passo con i tempi».
Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: dal 26 marzo al via il rilascio della Carta di Identità Elettronica (CIE)

Condividi con:

Il Comune di Agropoli attiverà, a partire dal prossimo 26 marzo 2018, il rilascio della Carta di Identità Elettronica (CIE). Si tratta dell’evoluzione del documento di identità in versione cartacea, ha le dimensioni di una carta di credito e consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale quanto all’estero.

Il documento può essere richiesto presso il proprio Comune di residenza o di dimora. La sua durata varia a seconda dell’età anagrafica del richiedente: 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni; 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; 10 anni per i maggiorenni.



Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico (su un supporto USB). La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto.

È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria, al fine di velocizzare le attività di registrazione.

Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minori, è necessario che presenti anche dichiarazione di assenso all’espatrio sottoscritta dall’altro genitore o esercente la responsabilità genitoriale.

Comunicato stampa

Condividi con: