Polisportiva Santa Maria: il derby cilentano va all’Agropoli. Ora testa ai play-off

Condividi con:

La Polisportiva perde il derby cilentano contro l’Agropoli (1-0) e termina la stagione regolare al quarto posto. I giallorossi, dunque, nel primo turno dei play-off (28 aprile) affronteranno in trasferta l’Audax Cervinara.

Prima della gara scambio di magliette tra i presidenti della Polisportiva, Francesco Tavassi, e dell’Agropoli Calcio, Domenico Cerruti.
La società agropolese ha anche omaggiato il club ospite con delle targhe personalizzate. Buona anche la cornice del pubblico di fede giallorossa presente nel settore ospiti del Guariglia.

La cronaca. Al quinto di gioco, dopo un buon avvio dell’Agropoli, i delfini trovano il punto del vantaggio, ma il direttore di gara Guarnieri di Battipaglia, annulla per un fuorigioco di Pasqual. Al decimo, prima conclusione della Polisportiva: De Sio dai venti metri calcia però di poco alto sulla traversa difesa da Russo. Al tredicesimo ancora Polisportiva pericolosa: un tiro cross di Manzo non trova Romano pronto all’inserimento, vanificando cosi una buona opportunità per i giallorossi. Al ventinovesimo è Manzo dai venti metri, dopo una discesa di Romano, a battere verso la porta delfina, ma Russo ci metti i pugni per evitare guai peggiori. Per l’Agropoli, al trentunesimo, è Natiello ad impegnare Spicuzza, che blocca senza patemi il tiro schiacciato. Nel giro di un minuto, al giro di lancette numero trentatre, prima Manzo, impegna Russo, con un traversone insidioso, poi D’Attilio, dall’altra parte del campo, con un colpo di testa spedisce fuori da buona posizione. Al quarantesimo, dalla sua mattonella, Capozzoli vede rimpallata, da Itri, il suo sinistro, poi Graziani manda, il suo destro, debolmente tra le braccia di Spicuzza.



Nella ripresa la Polisportiva parte meglio e, al terzo, calcia in maniera pericolosa con Fernando, che non coglie però il bersaglio grosso. D’Attilio, al tredicesimo, spreca una colossale occasione dopo un servizio di Pasqual, sparando alle stelle dai pressi dell’area piccola. Al quarto d’ora applausi per Margiotta, che in acrobazia spedisce di poco sopra la traversa. L’Agropoli passa al sedicesimo, Natiello dall’interno dell’area trafigge Spicuzza, incolpevole, con un tiro che si insacca sotto l’angolino. La risposta giallorossa arriva praticamente subito: il cross di Manzo viene colpito da Fernando, che batte però in maniera debole favorendo la parata di Russo. La partita sale di ritmo: al ventesimo Margiotta serve Manzo, che si inserisce col tempo giusto ma vede rimpallato in angolo il suo destro. Al ventiduesimo bella discesa di Capozzoli che complice l’opposizione di Fariello, non dà forza alla sua battuta a rete. Dall’altra parte è Manzo, da fuori area, a creare grattacapi a Russo, bravo a bloccare un tiro insidioso del dieci giallorosso. Agropoli vicino al raddoppio al venticinquesimo: Capozzoli è devastante con la sua accelerazione, il numero sette non è freddo nell’uno contro uno con Spicuzza, che si salva con la complicità di Fariello che salva sulla linea. Al trentunesimo Margiotta, ancora in rovesciata, prova ad impensierire Russo, che abbranca la sfera senza difficoltà. Dopo due minuti Romano va vicino al pari, di testa l’esterno giallorosso viene chiuso sul più bello in angolo dalla retroguardia locale. Nel finale la gara si spegne: l’Agropoli cerca di tenere la palla lontana dalla sua metà campo senza concedere spazi ai ragazzi di Pirozzi. L’ultima occasione vede un cross di Manzo spegnersi sul fondo, termina così 1 a 0 per i padroni di casa.

Tabellino Agropoli 1-0 Polisportiva Santa Maria

Agropoli: Russo, Imparato, Mustone ( 32′ st. Pappalardo), Giura, Raimondi, Graziani, Capozzoli, Manzillo (24’st Masocco), D’Attilio, Natiello (35′ st. Di Lascio),Pasqual (26′ st.Lumbardu) . A disp: Capone, Maggio, Garofalo, Pappalardo, Russo F., Masocco, Di Lascio, Pirone, Lumbardo. All. Esposito.

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Lo Schiavo (1′ st Morena), Fariello, Itri, Fiorillo ( 41′ st.Manzo N.), De Sio, Fernando, Petrillo ( 30′ st. Altieri), Margiotta, Manzo P., Romano (41 st. Di Gregorio). A disp: Grieco, Trabelsi, Di Gregorio, Sangare, Silo, Pastore, Manzo N., Altieri, Morena, All. Pirozzi.

Arbitro: Giovanni Guarnieri di Battipaglia (De Rosa-Pollaro)

Reti: Natiello 61′

Note: Ammoniti: Lo Schiavo, Romano, Capozzoli. Spettatori:550 circa. Recupero 1′ pt e 5′ st.
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: solo un rigore per l’Agropoli decide il derby cilentano

Condividi con:

Allo stadio “Carrano”, di Santa Maria di Castellabate, tornava in scena, dopo sedici anni di assenza, il derby tra la Polisportiva e l’Agropoli, società ambiziose in piena zona play-off. Entrambe le formazioni vedono variare, in parte, la loro rosa, dopo l’apertura della finestra dicembrina di mercato che ha visto ingressi e uscite da ambo le parti. Il match, valevole per la quindicesima giornata del girone B d’Eccellenza, l’ultima del girone d’andata, è stato giocata davanti una bella cornice di pubblico.

La prima emozione della gara arriva al quinto di gioco quando D’Attilio, defilato, calcia in maniera insidiosa verso la porta di Spicuzza. Al quattordicesimo la risposta dei giallorossi: dalla sinistra un cross sbilenco viene raccolto da Romano che di testa gira nel mezzo, la palla, che viaggia pericolosa nell’area piccola, viene allontanata dalla difesa ospite. Doppia occasione, dopo due minuti, per la Polisportiva, ma Margiotta viene stoppato dalla retroguardia delfina. Al diciannovesimo è D’Attilio, dai venticinque metri, a calciare in maniera potente, ma imprecisa, sul fondo. Al ventiduesimo Capozzoli ci prova direttamente da punizione, Spicuzza controlla in presa sicura. Dopo un giro di lancette, caos nell’area agropolese, Kamanà e Giura pasticciano ma Cherillo non riesce ad intervenire sul pallone che viene allontanato in extremis. L’Agropoli torna pericoloso su punizione, al ventisettesimo, con Limatola, che costringe ancora all’intervento, centrale, l’estremo difensore dei locali. Al minuto trentasei bella discesa di Cherillo, che in azione solitaria, vede stoppata, dall’altezza del rigore, la sua battuta a rete. Al trentanovesimo Fiorillo imbecca Margiotta che angola, in maniera eccessiva, la sua spizzata aerea.



Nella ripresa parte, decisamente, meglio l’Agropoli che si riversa con veemenza nella metà campo avversaria. La prima emozione del secondo tempo, in una frazione più avara di occasioni, arriva al minuto numero sessantadue: Limatola, dal lato sinistro, controlla bene in area calciando, in pratica, a botta sicura la risposta di Spicuzza, che tiene il parziale fermo sullo zero a zero, è davvero prodigiosa. Alla mezzora rigore per l’Agropoli: Trabelsi sbraccia con Masocco, Guido Verrocchi di Sulmona concede un rigore trasformato in maniera impeccabile da Natiello. Al settantanovesimo Graziani vede deviato in angolo la sua conclusione e sul seguente corner Russo non impatta bene la sfera. Negli ultimi dieci di gioco la Polisportiva ci prova. Nel finale D’Attilio ruba il tempo a Fariello e si presenta davanti a Spicuzza, bravissimo a deviare la sfera recuperata poi da Trabelsi. Finisce così uno a zero per l’Agropoli.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 1932 0-1 U.S. Agropoli

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Trabelsi, Fiorillo (76′ Manzo), De Sio (66′ Joof) , Fariello, Itri Fernando, Petrillo, Margiotta, Cherillo, Romano(76′ Altieri) A disp.: Grieco, Lo Schiavo, Paragano, Pastore, Manzo, Mamadou, Morena, Altieri, Joff. All. Pirozzi.

U.S. Agropoli: Graziano, Della Torre (46′ Maggio) , Russo F., Giura, Kamanà, Graziani, Capozzoli (80′ Lumbardu), Masocco, D’Attilio, Natiello, Limatola ( 87′ Gubinelli). A disp: Russo L., Maggio, Pappalardo, Toscano, Di Lascio, Di Filippo, Gubinelli, Lumbardu, Doto. All. Graziani
Arbitro: Guido Verrocchi di Sulmona assistenti Ferraro e Falco.

Reti: Natiello 75′ rig.

Note: Spettatori 650 circa. Ammoniti: De Sio, Fernando, Graziani, Trabelsi.
Comunicato stampa

Condividi con:

Derby Polisportiva Santa Maria vs Agropoli: i precedenti

Condividi con:
Riccardo Coppola e Igino Serrapede

La Polisportiva Santa Maria 1932 e l’Agropoli Calcio si sono incontrate l’ultima volta nella stagione 2002/03. Era il campionato di Promozione, girone D, e i giallorossi cilentani chiusero la stagione al terzo posto con 57 punti. I delfini, invece, vinsero il campionato con 72 punti e approdarono in Eccellenza. Il derby vide la formazione agropolese vincere per due reti a zero ad Agropoli, mentre al “Carrano” terminò in perfetta parità (0-0). E’ stato tra i protagonisti di quel campionato, in maglia giallorossa, Riccardo Coppola, difensore centrale.

E lui ricorda così quella stagione e quel derby: “Ricordo che all’epoca, al Carrano, ci furono quasi mille persone a guardare la partita. L’Agropoli si difese tutta la partita e giocava praticamente sfruttando il contropiede, ma alla fine il risultato fu un pareggio. Fu però una bellissima stagione che vide la Polisportiva fare il terzo posto e i delfini vincere il campionato. In quel girone c’era anche la Gelbison che concluse il campionato al secondo posto. Speriamo che domenica sia una bella partita e soprattutto una festa di sport”.



Tra i protagonisti del derby dell’andata, quello che l’Agropoli vinse due a zero, fu Iginio Serrapede. Il calciatore agropolese, meglio conosciuto come Giggetto Serrapede, “professione” goleador, segnò le due reti che consentirono alla squadra agropolese di vincere il derby.

E lui ricorda così quella partita: “Ad Agropoli feci due gol, quelli della vittoria, mentre a Santa Maria non c’ero perché nel frattempo ero passato alla Gelbison. Fu una gran bella partita, uno scontro al vertice, che vincemmo proprio con due gol realizzati da me. Ricordo poi un altro derby, stagione 1983/84, che a Santa Maria di Castellabate terminò zero a zero con due rigori sbagliati da noi dell’Agropoli. Sarà sicuramente anche domenica una bella partita e una bella festa di calcio”.

Comunicato stampa

Condividi con:

Derby di Castellabate: la Vigor e la Polisportiva si dividono la posta in palio

Condividi con:

Finisce in parità il derby di Benvenuti al Sud tra la Polisportiva Santa Maria e la Vigor Castellabate, una sfida che non tradisce le attese della vigilia. I giallorossi cercano subito di dare il proprio ritmo al match, chiudendo i cugini del capoluogo nella propria metà campo. La supremazia territoriale si concretizza al 9′ con una punizione magistrale calciata da Marco Esposito che non lascia scampo a Venuti. Botta e risposta. Calcio di punizione per la Vigor, dopo sessanta secondi, che Marciano realizza, stabilendo subito la perfetta parità (1-1). Al 18′ si distende in contropiede Cataldo, ma il tiro è debole e centrale. Incursione di Gallo, ex di turno, al 21′ culminata in un tiro che non trova lo specchio della porta. Capita sulla testa di Piccirillo al 25′ la palla per portare nuovamente in vantaggio i giallorossi, ma l’attaccante sbaglia tutto. Dopo una fase di stallo, al 35′ è ancora Cataldo a mettere paura ai cugini. Risposta di Francesco Rizzo con un tiro debole e centrale. Al 37′ tentativo di Esposito, autore della rete del momentaneo vantaggio, che calcia distante dalla porta difesa da Venuti. Un’altra buona occasione capita sulla testa di Fariello al 40′, su cross di Nunziata, che non riesce a indirizzare però la sfera in fondo alla rete. Nel finale del primo tempo, il match si riaccende. La Polisportiva colpisce un palo con Nunziata a portiere battuto, mentre sull’azione successiva in contropiede la Vigor Castellabate grida al calcio di rigore. Il primo tempo termina con un tentativo di Piccirillo, su punizione di Marco Esposito, che si spegne sul fondo.



All’inizio del secondo tempo, ci prova Nunziata con un diagonale che non trova lo specchio della porta. I giallorossi riprendono all’attacco così come avevano chiuso il primo tempo, mentre la Vigor Castellabate si difende in maniera ordinata e cerca di rispondere in contropiede. Aumenta la pressione della Polisportiva che sciupa una buona palla gol con Piccirillo. I giallorossi non riescono a sfondare il muro giallorosso neppure al 17′ sugli sviluppi di un’azione prolungata partita sull’asse di destra. Tre minuti dopo, invece, Diallo salva a portiere battuto su una rovesciata di Piccirillo. La Vigor si rifà viva al 28′ con un tiro di Jury Malzone, bloccato da Russo. Alla mezz’ora esatta non coglie lo specchio della porta nemmeno Francesco Rizzo per la Polisportiva. Al 37′, Marciano prova a sorprendere su calcio di punizione Russo. Finale da brividi. Allo scadere dei novanta minuti, clamorosa palla per Marciano, il portiere giallorosso si salva grazie al palo. Lo stesso Marciano impegna con un altro tiro Russo. Capovolgimento di fronte e conclusione di Nunziata bloccata da Venuti. Con quest’azione cala il sipario sul derby del Carrano.

Tabellino Vigor Castellabate 1-1 Polisportiva Santa Maria 1932

Vigor Castellabate: Venuti, Malzone N., Coppola, Marciano, Rodio, Diallo, Di Martino, Rizzo Gius., Chiariello (6′ st Chiariello), Cataldo, Gallo. A disp.: Marzucca, Amalfi, Mondelli, Durazzo, Esposito R., MalzoneJ. All.: Foglia.

Polisportiva Santa Maria 1932: Russo, Trabelsi (11′ st Marmoro), Fiorillo, Petrillo (32′ st Rizzo Gianmarco), Fariello, Conte, Rizzo F., Galdi (11′ st Di Luccio), Piccirillo, Nunziata, Esposito M. (21′ st Russomanno). A disp.: Serra, Malzone A., Marmoro, Rizzo G., Di Luccio, Romano, Russomanno. All.: Pirozzi.

Arbitro: Vincenzo Garofalo di Torre del Greco (Nappo-Mercurio)

Reti: 9′ pt Esposito M., 10′ pt Marciano

Note: spettatori circa 400, campo di gioco in sintetico. Ammoniti Cataldo, Malzone N., Venuti, Rodio, Malzone J., Petrillo, Trabelsi, Fiorillo.
Comunicato stampa

Condividi con: