Manutenzione aree private adiacenti a strade pubbliche: ordinanza ad Agropoli

Condividi con:

Il sindaco del Comune di Agropoli, Adamo Coppola, ha firmato un’ordinanza contingibile e urgente concernente la manutenzione di aree private adiacenti ad aree e strade pubbliche.

Nella stessa, il primo cittadino ha ordinato a tutti i soggetti privati, proprietari di aree o terreni confinanti con aree o strade pubbliche o ad uso pubblico o privato, insistenti sul territorio comunale, per ragioni di sicurezza e di pubblica e privata incolumità e con procedura ad horas:



– di verificare la tenuta e la salute di alberi, piante ed essenze arboree insistenti sulle aree di proprietà privata provvedendo se necessario, alla relativa immediata cura e manutenzione;

– di provvedere all’immediato abbattimento degli alberi e taglio dei rami che possano costituire potenziale impedimento, intralcio o rischio alla circolazione pedonale e veicolare nonché alla pubblica e privata incolumità;

– di rimuovere immediatamente gli alberi e/o i rami che per effetto degli eccezionali eventi meteorici occorsi siano caduti su aree e strade pubbliche o di uso pubblico o su limitrofe aree private mettendole in sicurezza.

In caso di inadempienza, l’Ente procederà in proprio, addebitando le relative spese al titolare, che verrà anche denunciato ai sensi dell’art. 650 del Codice penale. La violazione dell’ordinanza prevede inoltre l’applicazione di una sanzione amministrativa che varia da 25 a 500 euro.
Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: il Comune dice “no” a botti e a tutti gli artifici pirotecnici

Condividi con:

Il Comune di Agropoli, tramite apposita ordinanza sindacale, ha disposto il divieto di accensione di artifici pirotecnici.

Il provvedimento impone: il divieto a chiunque di far esplodere petardi o botti di qualsivoglia tipologia, in tutti gli spazi pubblici, strade, marciapiedi, isole pedonali, parchi, giardini del territorio comunale e in qualsiasi luogo frequentato da persone. Vietata anche la vendita su aree pubbliche di artifici pirotecnici. Non potranno essere venduti inoltre a minori, neppure quelli declassati a livello di gioco pirico. Nel caso di illecito penale, scatta la denuncia all’Autorità giudiziaria.



Inoltre, in occasione del concerto di Paolo Belli, in programma il 1 gennaio 2019, è vietata la vendita e somministrazione di alcolici e superalcolici su tutto il territorio comunale. Tale divieto interessa anche le altre bibite per asporto, se fornite in contenitori di vetro o materiale metallico. Stop anche alla vendita di spray urticanti. I trasgressori saranno sanzionati con multe fino a 500 euro.
Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli, Carnevale 2018: vietata la vendita di bevande da asporto, bombolette spray e artifizi pirotecnici

Condividi con:

Divieto di somministrazione di bevande superalcoliche e bibite di altro tipo, se da asporto. Sono alcune delle prescrizioni contenute nell’ordinanza firmata dal Sindaco Adamo Coppola, in occasione del Carnevale 2018. In particolare, nelle ore pomeridiane dell’11 e del 13 febbraio 2018, è vietata la somministrazione, vendita e consumo di superalcolici, nonché la vendita per asporto di bevande analcoliche o alcoliche di qualsiasi gradazione. Tali prodotti potranno essere consumati solo all’interno degli esercizi commerciali, di laboratori artigianali e simili.

Fino a tutto il 15 marzo 2018, invece, il divieto riguarda per lo più azioni che possano arrecare danno o turbativa. Queste le principali prescrizioni: divieto di gettare in luogo pubblico, lanciare o spruzzare persone o cose, siano esse di proprietà privata o destinate ad uso pubblico, oggetti, sostanze imbrattanti o liquidi di qualsiasi genere quali, ad esempio, schiume, coloranti vari, palloncini pieni di acqua, farina, uova…



In ambito urbano, in ogni luogo pubblico o aperto al pubblico, è fatto divieto di usare: petardi, cartucce, o altri artifizi che possano comunque arrecare offesa o molestia alle persone o agli animali, ovvero danni a cose. Nei luoghi dove si svolgono pubblici festeggiamenti o manifestazioni carnevalesche e nelle pubbliche vie, è vietato: portare pistole ad acqua o qualsiasi altro oggetto contenente ed atto a spruzzare liquidi e qualsiasi altro oggetto idoneo ad arrecare offesa o molestia alle persone o danno a cose.

E’ vietata infine la vendita di bombolette spray contenenti schiuma, artifizi pirotecnici, randelli in plastica ed oggetti simili. I trasgressori saranno puniti con sanzioni da 25 a 500 euro.

Comunicato stampa

Condividi con: