Parco, “M’illumino di meno”: un gesto simbolico in difesa della natura

Condividi con:

Il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio, Sergio Costa, in occasione della campagna di comunicazione ambientale “M’illumino di meno” chiama a raccolta i Parchi per un’adesione fattiva all’iniziativa, con un gesto simbolico, quello dello spegnimento delle luci delle sedi istituzionali il prossimo 1° marzo alle 19.

“Un invito che raccogliamo con entusiasmo – dichiara il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Alburni e Vallo di Diano, Tommaso Pellegrino -, nella piena filosofia del Parco, aderiamo convintamente all’iniziativa, spegnendo le luci di tutte le nostre sedi istituzionali, così da sensibilizzare alla difesa della natura e alla riduzione degli sprechi. In occasione della giornata del risparmio energetico come Ente Parco, chiediamo a tutti i sindaci dei Comuni del Parco, di fare lo stesso simbolico gesto con le case comunali il prossimo 1° marzo alle 19. Sono certo che l’esempio sarà seguito anche dalle scuole e da tutti i cittadini. Spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità resta un’iniziativa concreta, non solo simbolica, e molto partecipata”.



La tematica di quest’anno è l’economia circolare, la salvezza del genere umano sulla Terra passa dall’economia circolare: riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, mantenere, recuperare, rigenerare. L’economia circolare rappresenta infinite opportunità di riciclo e oggi sta diventando anche economia vera, con importanti investimenti da parte di grandi aziende.
Comunicato stampa

Condividi con:

Patrocini e contributi del Parco solo agli eventi “plastic free”

Condividi con:

Una decisione del Parco che segna un nuovo percorso anche per eventi e manifestazioni

L’ultimo Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ha segnato un cambio di passo importante per la concessione di finanziamenti e di patrocini da parte dell’Ente. Con una modifica al regolamento, il Parco Nazionale finanzierà e concederà il proprio patrocinio e i contributi soltanto per le iniziative che si dichiareranno “Plastic Free”.

“In coerenza con il percorso intrapreso finora abbiamo deliberato di non concedere il nostro patrocinio a chi non rispetta l’ambiente — lo dichiara il Presidente del PNCVDA, Tommaso Pellegrino-. È abitudine frequente l’utilizzo di materiale di plastica per la somministrazione di alimenti e bevande durante eventi e manifestazioni ricadenti nell’area di competenza dell’Ente. Dobbiamo rendere concreto il concetto di Parco “plastic free” ovunque sia visibile il nostro marchio. Da questo momento il cambio di rotta è attivo e chi richiederà il patrocinio o i contributi dovrà attenersi a questa buona pratica eliminando la plastica dai propri eventi”.



L’Ente, dunque, chiederà una sottoscrizione autocertificata in cui si dichiara che l’evento in questione è “Plastic Free” con controlli a campione per verificare la veridicità di quanto dichiarato. Per i trasgressori ci sarà il decadimento del finanziamento o del patrocinio concesso.

Il provvedimento va nella direzione di contribuire a tutelare lo straordinario patrimonio ambientale di cui è ricco il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.
Comunicato stampa

Condividi con:

Castellabate, riperimetrazione delle zone D: richiesto il commissariamento del Parco

Condividi con:

Il comune decide di conferire incarico legale per impugnare la mancata risposta

Da oltre sei anni l’Amministrazione del Comune di Castellabate, guidata dal Sindaco Costabile Spinelli, chiede la modifica della delimitazione delle zone D del Piano del Parco, ossia quelle relative alla promozione economica e sociale, ritenendole ormai obsolete rispetto alle esigenze dei territori compresi nell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

«Dopo questo lungo silenzio abbiamo deciso di richiedere il commissariamento del Parco, impugnando l’inadempimento dell’Ente per la modifica delle delimitazioni delle zone D, perché l’attuale Piano, per stessa ammissione del Parco, è ormai superato e non tiene assolutamente conto, come abbiamo più e più volte segnalato, dei processi di antropizzazione che i nostri territori hanno avuto nel tempo», questo il duro affondo del sindaco di Castellabate, Costabile Spinelli, che ha preso una netta posizione riguardo alla questione, richiamando le varie proposte inviate al Parco sin dal 2011 e conferendo l’incarico legale per l’impugnazione del silenzio, relativo anche all’ultima istanza presentata in data 08/11/2017 ed inviata alla Regione Campania, al Parco Nazionale del Cilento e alla Provincia di Salerno.



Le zone oggetto della richiesta sono quelle destinate ad ospitare attività e servizi utili alla fruizione e alla valorizzazione del Parco e allo sviluppo economico e sociale delle comunità locali, con attività residenziali, artigianali, commerciali, industriali, ricettive, turistiche e agrituristiche, ricreative e sportive.

«Vista la completa inerzia degli Enti competenti in materia, dopo innumerevoli ed insistenti solleciti, e viste le esigenze dei nostri territori in tema di pianificazione e dell’avvio dell’iter di formazione del PUC, speriamo a questo punto che sia un commissario esterno a dare risposte ai cittadini per questioni che non sono più procrastinabili», conclude Spinelli.

Comunicato stampa

Condividi con:

Cilento: “no” all’utilizzo di erbicidi a base di glifosate nell’area Parco

Condividi con:

Il Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, ha adottato una importante delibera con la quale viene definitivamente bandito dall’intero Territorio dell’Area Protetta l’utilizzo di erbicidi sistemici a base di glifosate.
L’atto deliberativo va dunque nella direzione di una completa eliminazione dei diserbanti chimici sia nelle aree agricole che in aree extra agricole all’interno dell’area Parco e persegue una progressiva adozione di modalità alternative che non determino effetti potenzialmente nocivi. Nella delibera, inoltre, viene rivolto anche l’invito ai Comuni del PNCVDA di adottare analoghi provvedimenti di divieto dell’utilizzo di erbicidi sistemici a base di glifosate.



«Esiste un principio di precauzione, che abbiamo il dovere di applicare soprattutto quando si parla di rischi per la salute”. Ha dichiarato Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni. “L’agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro nel 2015 ha inserito il diserbante, Glifosate, nella lista delle sostanze “probabilmente cancerogene”. Per questo motivo con il Consiglio Direttivo abbiamo ritenuto opportuno adottare tutte le misure possibili per evitare l’utilizzo del Glifosate nel Territorio del Parco, in modo da rispettare la tutela e la valorizzazione della nostra produzione agroalimentare, ottemperando nello stesso tempo a quel principio di precauzione, a tutela della salute delle numerose Famiglie che vivono nella nostra meravigliosa Area Protetta.» Ha concluso il Presidente Pellegrino.
Comunicato stampa

Condividi con:

Iniziativa “Adotta un Ulivo” nelle scuole del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Ulivi, Alano di Castellabate
Condividi con:
Ulivi, Alano di Castellabate
Ulivi

Domani 21 novembre, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi 2017, 120 Scuole del Territorio parteciperanno all’iniziativa “Adotta un Ulivo” promossa dal Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.
Le Scuole hanno già ricevuto le piante d’ulivo che saranno adottate da più di 1000 studenti i quali hanno assegnato un nome ad ogni pianta. Gli Alberi saranno piantati nella giornata di domani in terreni adiacenti gli edifici scolastici e saranno gli studenti stessi a prendersene cura in futuro.



Eccezionalmente hanno aderito al’iniziativa anche l’Istituto Marelli Dudovic di Milano con l’adozione di “Ulivello” e il Comando della Polizia Stradale di Sala Consilina con l’adozione di “Centauro” e “Icaro”.

Alle numerose iniziative in programma su tutto il Territorio, saranno presenti il Presidente Tommaso Pellegrino e i Consiglieri dell’Ente Parco. Un sentito grazie è stato espresso dal Presidente Pellegrino ai Dirigenti Scolastici, ai Docenti e agli Studenti che hanno aderito all’iniziativa dimostrando particolare sensibilità ai temi della tutela e valorizzazione ambientali.

Comunicato stampa

Condividi con: