Titolo sportivo Gelbison: la Polisportiva Santa Maria vuole conquistare la “D” sul campo

Condividi con:

Dopo le voci sulla presunta trattativa per l’acquisto del titolo sportivo della Gelbison da parte della Polisportiva Santa Maria 1932, ecco la nota stampa integrale rilasciata dalla società di Castellabate con le dichiarazioni del presidente Francesco Tavassi che smentiscono le indiscrezioni circolate:

Abbiamo appreso, stamane, dal web, tra lo stupore, la notizia dell’interessamento della Polisportiva Santa Maria 1932 all’acquisizione del titolo sportivo della Gelbison, società cilentana che milita nel campionato di serie D.

Mi preme, quindi, in qualità di presidente, smentire categoricamente una notizia non veritiera, in quanto la nostra società non è stata mai interessata, e non lo è tuttora, ad acquisire il titolo della Gelbison, con cui non c’è alcuna trattativa.

Siamo tra i club più longevi della Campania, nel 2022 taglieremo il traguardo dei novanta di storia, ragion per cui abbiamo un’identità fortemente radicata con il nostro territorio e con la nostra gente che va al di là della categoria di appartenenza.



La D è sicuramente uno degli obiettivi societari, che proveremo a raggiungere sul campo, con la nostra matricola e con la nostra gloriosa maglia giallorossa.

In merito alla Gelbison, posso semplicemente augurare al club cilentano, con cui ci sono stati sempre ottimi rapporti di amicizia, di riuscire a mantenere il titolo e la categoria, così da ritrovarci magari da avversari in D nei prossimi anni.
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: si interrompe in Irpinia il sogno serie D

Condividi con:

Finisce al “Canada Cioffi” di Cervinara la stagione dei giallorossi del Cilento. E’ il Cervinara, infatti, ad approdare nella finale regionale dei play-off: la formazione irpina supera 2 a 0 i cilentani, guadagnandosi la possibilità di giocarsi ancora le proprie possibilità di salire nella categoria superiore.

La Polisportiva parte bene e al terzo ha subito l’opportunità per passare in vantaggio: Romano parte largo per stringere la sua posizione, la punta è imbeccata bene ma è troppo tenera nella sua conclusione, bloccata a terra da Stasi. Sono sempre i giallorossi, al settimo, a rendersi ancora pericolosi, sempre con Romano, che di testa, sugli sviluppi di un corner, schiaccia troppo buttando la sfera sulle spalle di Russolillo. Romano ha ancora una chances poco dopo: Manzo pennella dal lato destro, col mancino, in area dove il numero undici non impatta bene con la palla, agevolando l’intervento di Stasi. Il Cervinara dopo una partenza contratta, prende man mano le misure affacciandosi nella metà campo ospite, mentre Manzo ci prova, senza inquadrare lo specchio della porta, al ventesimo. La prima vera occasione dell’Audax arriva al ventisettesimo con Fusco che spara alto, stessa sorte, dopo sessanta secondi, per Zerillo poco preciso nell’ultimo tocco.La seconda parte dei primi quarantacinque minuti vede una gara combattuta, con tanti capovolgimenti di fronte ma poche conclusioni degne di nota. Romano, al quarantesimo, serve Margiotta, che arriva in spaccata sulla palla non riuscendo a indirizzare, con forza, la sfera verso la porta del Cervinara. L’ultima occasione della prima frazione vede De Sio, dal limite dell’area, spegnere di poco sopra la trasversale il suo destro, il parziale però non cambia, Audax e Polisportiva tornano negli spogliatoi sullo zero a zero.



Nella ripresa parte meglio il Cervinara che impensierisce, al secondo giro di lancette, Spicuzza, con la Polisportiva costretta a rifugiarsi in angolo. Al settimo è Fusco, per l’Audax, con un tiro-cross non toccato da nessuno a trovare ancora pronto il portiere ex Agropoli ed Ebolitana. I giallorossi non restano a guardare e provano subito a pungere nell’area difesa da Stasi. Per trovare una nuova occasione da rete dobbiamo arrivare al ventiquattresimo, quando è Furno a calciare, dai venti metri, di un soffio sul fondo. L’Audax, al ventisettesimo, fallisce una ghiotta occasione in contropiede: Russolillo spreca sparando centrale e trovando opposti i guantoni di Spicuzza. Alla mezzora la Polisportiva torna pericolosa con De Sio, che dall’interno dell’area conclude troppo alto vanificando una buona opportunità. Il Cervinara passa a dieci dalla fine cogliendo una Polisportiva sbilanciata: Zerillo aggancia bene la sfera, superando un incolpevole Spicuzza in uscita, la palla viene toccata da Itri, prima di varcale la linea. Nel finale, Altieri, da poco entrato, va vicinissimo alla rete del pari, con il pallone che fa la barba al palo della porta difesa da Stasi. Dall’altra parte è Grieco, subentrato a Spicuzza, a dire no a Befi. La sfida si ripete dagli undici metri, dopo una fallo in area di rigore, con il bomber del Cervinara che firma il due a zero che spegne ogni residua speranza di giocare la finale regionale dei play-off per la Polisportiva.

Tabellino Cervinara 2-0 Polisportiva Santa Maria

Audax Cervinara: Stasi, Cioffi, Ricci (Brogna 82′), Iaquinto, Russolillo, Zerillo, Fusco, Conti, Taddeo, Guida (Calandrelli 59′), Petrone (Befi 70′). A disp: Napolitano, Casale L., La Torre, Brogna, Befi, Calandrelli, Furno, Casale G., Gentil Da Silva. All. Iuliano.

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza (Grieco 82′), Lo Schiavo Fariello, Itri, Fiorillo, De Sio, Fernando, Petrillo (Cherillo 84′), Margiotta, Manzo P., Romano (Altieri 82′). A disp: Grieco, Trabelsi, Di Gregorio, Paragano, Silo, Cherillo, Joff, Altieri, Morena, All. Pirozzi.

Arbitro: Pileggi di Bergamo (D’Anna-Cecere)

Reti: Itri aut. 81′, Befi rig. 91′

Note: Ammoniti: Petrillo, Lo Schiavo, Altieri. Spettatori: 550 circa.
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: il derby cilentano va all’Agropoli. Ora testa ai play-off

Condividi con:

La Polisportiva perde il derby cilentano contro l’Agropoli (1-0) e termina la stagione regolare al quarto posto. I giallorossi, dunque, nel primo turno dei play-off (28 aprile) affronteranno in trasferta l’Audax Cervinara.

Prima della gara scambio di magliette tra i presidenti della Polisportiva, Francesco Tavassi, e dell’Agropoli Calcio, Domenico Cerruti.
La società agropolese ha anche omaggiato il club ospite con delle targhe personalizzate. Buona anche la cornice del pubblico di fede giallorossa presente nel settore ospiti del Guariglia.

La cronaca. Al quinto di gioco, dopo un buon avvio dell’Agropoli, i delfini trovano il punto del vantaggio, ma il direttore di gara Guarnieri di Battipaglia, annulla per un fuorigioco di Pasqual. Al decimo, prima conclusione della Polisportiva: De Sio dai venti metri calcia però di poco alto sulla traversa difesa da Russo. Al tredicesimo ancora Polisportiva pericolosa: un tiro cross di Manzo non trova Romano pronto all’inserimento, vanificando cosi una buona opportunità per i giallorossi. Al ventinovesimo è Manzo dai venti metri, dopo una discesa di Romano, a battere verso la porta delfina, ma Russo ci metti i pugni per evitare guai peggiori. Per l’Agropoli, al trentunesimo, è Natiello ad impegnare Spicuzza, che blocca senza patemi il tiro schiacciato. Nel giro di un minuto, al giro di lancette numero trentatre, prima Manzo, impegna Russo, con un traversone insidioso, poi D’Attilio, dall’altra parte del campo, con un colpo di testa spedisce fuori da buona posizione. Al quarantesimo, dalla sua mattonella, Capozzoli vede rimpallata, da Itri, il suo sinistro, poi Graziani manda, il suo destro, debolmente tra le braccia di Spicuzza.



Nella ripresa la Polisportiva parte meglio e, al terzo, calcia in maniera pericolosa con Fernando, che non coglie però il bersaglio grosso. D’Attilio, al tredicesimo, spreca una colossale occasione dopo un servizio di Pasqual, sparando alle stelle dai pressi dell’area piccola. Al quarto d’ora applausi per Margiotta, che in acrobazia spedisce di poco sopra la traversa. L’Agropoli passa al sedicesimo, Natiello dall’interno dell’area trafigge Spicuzza, incolpevole, con un tiro che si insacca sotto l’angolino. La risposta giallorossa arriva praticamente subito: il cross di Manzo viene colpito da Fernando, che batte però in maniera debole favorendo la parata di Russo. La partita sale di ritmo: al ventesimo Margiotta serve Manzo, che si inserisce col tempo giusto ma vede rimpallato in angolo il suo destro. Al ventiduesimo bella discesa di Capozzoli che complice l’opposizione di Fariello, non dà forza alla sua battuta a rete. Dall’altra parte è Manzo, da fuori area, a creare grattacapi a Russo, bravo a bloccare un tiro insidioso del dieci giallorosso. Agropoli vicino al raddoppio al venticinquesimo: Capozzoli è devastante con la sua accelerazione, il numero sette non è freddo nell’uno contro uno con Spicuzza, che si salva con la complicità di Fariello che salva sulla linea. Al trentunesimo Margiotta, ancora in rovesciata, prova ad impensierire Russo, che abbranca la sfera senza difficoltà. Dopo due minuti Romano va vicino al pari, di testa l’esterno giallorosso viene chiuso sul più bello in angolo dalla retroguardia locale. Nel finale la gara si spegne: l’Agropoli cerca di tenere la palla lontana dalla sua metà campo senza concedere spazi ai ragazzi di Pirozzi. L’ultima occasione vede un cross di Manzo spegnersi sul fondo, termina così 1 a 0 per i padroni di casa.

Tabellino Agropoli 1-0 Polisportiva Santa Maria

Agropoli: Russo, Imparato, Mustone ( 32′ st. Pappalardo), Giura, Raimondi, Graziani, Capozzoli, Manzillo (24’st Masocco), D’Attilio, Natiello (35′ st. Di Lascio),Pasqual (26′ st.Lumbardu) . A disp: Capone, Maggio, Garofalo, Pappalardo, Russo F., Masocco, Di Lascio, Pirone, Lumbardo. All. Esposito.

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Lo Schiavo (1′ st Morena), Fariello, Itri, Fiorillo ( 41′ st.Manzo N.), De Sio, Fernando, Petrillo ( 30′ st. Altieri), Margiotta, Manzo P., Romano (41 st. Di Gregorio). A disp: Grieco, Trabelsi, Di Gregorio, Sangare, Silo, Pastore, Manzo N., Altieri, Morena, All. Pirozzi.

Arbitro: Giovanni Guarnieri di Battipaglia (De Rosa-Pollaro)

Reti: Natiello 61′

Note: Ammoniti: Lo Schiavo, Romano, Capozzoli. Spettatori:550 circa. Recupero 1′ pt e 5′ st.
Comunicato stampa

Condividi con:

La Pol. Santa Maria impatta contro la Virtus Avellino: sfuma la serie D diretta

Condividi con:

Non va oltre lo 0 a 0 la Polisportiva Santa Maria 1932 nel match casalingo contro la Virtus Avellino. La Polisportiva Santa Maria dice addio alla possibilità di salire direttamente in Serie D, ma sale al secondo posto, che significherebbe disputare la prima fase dei playoff in casa.

Prima del match, applausi e messaggi di solidarietà per la guardalinee Annalisa Moccia. Ad accoglierla, oltre al pubblico presente, il Comune di Castellabate, rappresentato dall’assessore alle Pari Opportunità Elisabetta Martuscelli e dal consigliere comunale Assunta Niglio, l’associazione FIDAPA locale con la presidente Brasilina Guariglia e le società sportive della Polisportiva Santa Maria e Virtus Avellino con i dirigenti Antonio Mondelli e Lello Mallardo.

Ricordato, inoltre, anche Luigi Addesso, storico portiere della squadra cilentana deceduto in Germania doveva viveva da anni.

Pomeriggio intenso conclusosi ad Agropoli con la premiazione del presidente Francesco Tavassi nell’ambito del premio “Primula d’Oro” indetto dalla redazione di InfoCilento. Il numero uno giallorosso è stato premiato nella sezione Imprenditoria.

Ora, la cronaca del match. Parte bene la Virtus Avellino, team sgombro da ogni grattacapo di classifica: gli irpini si fanno vivi al terzo con Mariconda, giovane classe 2002, Spicuzza fa però buona guardia, mentre al settimo Cucciniello, spara al lato. Al nono sono ancora i ragazzi in maglia verde a provarci con Alleruzzo, ma Spicuzza non si fa trovare impreparato. La Polisportiva risponde al decimo con Altieri e al tredicesimo con Fernando: entrambi i tentativi giallorossi non inquadrano la porta difesa da Robertiello. Al trentaduesimo De Sio impegna, da fuori area, Robertiello che blocca la conclusione deviata da un difensore, mentre al trentottesimo Margiotta impegna il numero uno. Il primo tempo si chiude con De Sio che spreca una buona occasione.



Il secondo tempo, avaro di emozioni rispetto alla prima frazione, si apre con Romano, che dopo tredici minuti, calcia fuori. Al ventottesimo Alleruzzo, tra i migliori dei suoi, impegna Spicuzza. Per trovare un’altra occasione degna di nota si deve attendere il 37esimo: è ancora Robertiello a dire no a De Sio, che da lì a poco lascerà il campo a Silo. Nei minuti finali la Polisportiva si riversa in avanti: Margiotta e Mamadou non trovano la precisione nelle loro battute a rete. Nel recupero l’ultima vera opportunità giallorossa si perde sul fondo, sugli sviluppi di un angolo Spicuzza si trasferisce nell’area irpina, nel tentativo di firmare l’uno a zero. Nulla di fatto, 0 a 0.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 0-0 Virtus Avellino

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Lo Schiavo (Trabelsi 76′), Pastore, Itri, Manzo N.(Fariello 90′),De Sio (Silo 86′), Fernando, Morena (Mamadou 74′), Margiotta, Altieri, Romano (59′ Di Gregorio). A disp: Grieco, Trabelsi, Di Gregorio, Sangare, Silo, Fariello, Paragano, Nicoletti, Salurso. All. Pirozzi.

Virtus Avellino: Robertiello, Cucciniello, Celentano, De Maio (Cibele 82′), Modano (Caruso 74′), Pascuccio, Alleruzzo, Ammendola, Mariconda (Tozza 72′), Lattarulo, Petriccione. A disp: Pennaccio, De Simone, Trifone, Gatta, De Maio, Tozza, Caruso, Cibele, Caruso. All. Criscitiello

Arbitro: Adinolfi di Ercolano (Assistenti Moccia-Marcone)

Note: Ammoniti : Cucciniello, Manzo N., Pascuccio, Spicuzza. Spettatori: 600 circa
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: uragano giallorosso. Asfaltata la capolista

Condividi con:

Grinta e cuore. È una Polisportiva da strapazzo quella che batte al “Carrano” la capolista San Tommaso per 3 a 1 e balza al secondo posto in classifica a due punti dalla vetta e a centottanta minuti dalla fine del campionato. Le due squadre entrano in campo accompagnate dai giovanissimi del Settore Giovanile, sulla tribuna si leva invece la coreografia del pubblico di fede locale.

La cronaca. Lo Schiavo, al primo minuto, dal settore destro mette in mezzo per Margiotta, che di testa non trova la giusta coordinazione mettendo la palla do poco alta sulla traversa. Al sesto è invece Romano, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, a mettere, sempre di testa, poco sopra la trasversale di Amabile. Dopo un avvio di marca cilentana arriva la prima conclusione avellinese: Carotenuto su calcio di punizione, al diciannovesimo, trova pronto sul suo palo Spicuzza. Sul ribaltamento di fronte Manzo serve Margiotta, che calcia malamente al lato. Alla mezzora, su corner, la palla ballonzola pericolosamente nell’area difesa da Spicuzza. La Polisportiva, vista la difesa non posizionata perfettamente, cerca di sfruttare lo spazio concesso dal San Tommaso, ma Margiotta alza di poco, senza riuscire a dare forza alla sua frustata. Il San Tommaso, col passare dei minuti, prende le dovute contromisure sugli avversari senza trovare sbocchi per impensierire la retroguardia giallorossa: al quarantadue di gioco Sollazzo, infatti, è costretto a sparare alle stelle. L’ultima emozione del primo tempo vede Manzo cercare la via della rete, ma il suo mancino rimpalla sulle gambe dii Margiotta prima di spegnersi oltre la linea di fondo.



Nella ripresa, al primo affondo la Polisportiva potrebbe passare con un sicuro di Fiorillo, ma l’arbitro aveva già fischiato nell’area irpina. Al primo affondo dei secondi quarantacinque di gioco, il San Tommaso passa: su calcio d’angolo di Carotenuto Avallone batte Spicuzza, portando avanti gli irpini. Al decimo Amabile controlla bene sulla frustata di Margiotta, centrale. Al tredicesimo Manzo fa la barba al palo dai venticinque metri, cercando di beffare Amabile sul suo palo. Al ventesimo, Margiotta in acrobazia manda la palla tra le braccia di Amabile, che abbranca facilmente la sfera. Al ventisettesimo contatto dubbio nell’area irpina, Manzo cade nei sedici metri del San Tommaso, ma il direttore di gara Santarossa lascia correre. Alla mezzora la Polisportiva pareggia: Manzo riceve da Romano e batte di sinistro Amabile, incolpevole nell’occasione. Al settantottesimo Margiotta sfiora il sorpasso, la conclusione del bomber cilentano viene deviato in corner. Sul seguente calcio piazzato Itri fa impazzire il Carrano, il difensore centrale sigla la sua prima rete in stagione. La Polisportiva sulle ali dell’entusiasmo sempre con Itri sfiora il tris a otto dalla fine, la palla termina però alta. Al novantesimo arriva il tris giallorosso su rigore: Margiotta concretizza dagli undici metri, come successo due volte una settimana fa, siglando il tre ad uno conclusivo, che manda in visibilio i tifosi cilentani accorsi allo stadio Carrano.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 3-1 San Tommaso

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Lo Schiavo (Pastore 84′), Fiorilllo De Sio, Fariello, Itri, Fernando, Petrillo ( 68′ Altieri), Margiotta, Manzo P (Morena 84′)ù. ,Romano. A disp: Grieco, Trabelsi, N.Manzo, Di Gregorio, Sangare, Pastore, Morena, Silo, Altieri All. Pirozzi.

San Tommaso: Amabile, Notaro ( 67′ Zollo), Forino, Cucciniello (Arzeo 67′) , D’Amora, Avallone, Massaro, Di Ruocco, Trimarco, Carotenuto, Solazzo (Samake 67′). A disp: D’Agostino, Tizio, Ligurori F., Zollo, Fiumarella, Sabatino, Samake, Liguori S., Arzeo. All.Messina

Arbitro: Santarossa di Pordenone (Marletta-Ianniello)

Reti: Avallone 51′, Manzo 75′, Itri 80′, Margiotta rig. 90′

Note: Ammoniti Fiorillo, Forino, Petrillo. Manzo P., Fariello. Spettatori : 650 circa
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: gemellaggio con la Tiberis Umbertide. Festa al Carrano

Condividi con:

Festa al “Carrano” oggi pomeriggio per il gemellaggio tra la Polisportiva Santa Maria 1932 e la Tiberis Umbertide, club umbro. A suggellare questo “Patto di Amicizia” è stato un ospite d’eccezione del mondo del calcio, Angelo Sormani, ex calciatore di Roma, Sampdoria, Milan, Napoli e Fiorentina.

Questo gemellaggio è stato fortemente voluto da Michele Borriello, responsabile del Settore Giovanile della Tiberis Umbertide, e Domenico Giannella, responsabile della cantera giallorossa. A fare da collante è stato Raffaele Di Gregorio, anche lui cilentano doc, di Santa Maria di Castellabate, e grande amico di Michele Borriello, i due sono stati compagni di squadra in quel Napoli Primavera che conquistò lo scudetto nel 1979. Entrambi, inoltre, sono stati allievi proprio di Sormani nel Settore Giovanile del Napoli.

Pomeriggio intenso per i ragazzi delle due squadre, 2009, che si sono affrontate in amichevole. Prima ancora, invece, si sono intrattenuti con Sormani, facendo numerose domande all’ex campione.

“Il calcio è una cosa meravigliosa. – ha detto Sormani ai giovani delle due società – Quando vedo questi ragazzini con un pallone tra i piedi, ricordo la mia infanzia e la voglia che avevo di giocare a calcio come poi è accaduto. L’importante, ovviamente, è sempre giocare e divertirsi.”.



Si tratta dell’ennesimo iniziativa importante per il club cilentano guidato dal presidente Francesco Tavassi.

“È un’altra bella pagina per il nostro Settore Giovanile. I giovani sono parte integrante del nostro progetto. – ha precisato Tavassi – Lo dimostriamo quotidianamente prendendoci cura di tanti ragazzi, dai più piccoli ai più grandi. Il nostro principale obiettivo principale è quello di farli stare insieme e farli crescere. Tutto ciò avviene in un ambiente sano e con tecnici preparati, non a caso ormai diversi giovani della nostra cantera sono in pianta stabile anche in prima squadra”.

Entusiasta per questa iniziativa anche il referente della Tiberis Umbertide, Michele Borriello.

“E’ l’inizio di una splendida collaborazione con questa società cilentana che ci ha accolto benissimo. – ha concluso Borriello – E, poi, è un’esperienza formativa per i nostri atleti che hanno la possibilità di conoscere nuove realtà e di confrontarsi con altri ragazzi”.

La delegazione umbra resterà nel Cilento anche oggi e assisterà, ospite del club cilentano, al big match del campionato di Eccellenza (girone B) tra Polisportiva e San Tommaso che si disputerà alle 15 al Carrano.
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: i giallorossi superano anche il Solofra in trasferta

Condividi con:

Vittoria in trasferta per la Polisportiva Santa Maria, quarta consecutiva, che supera in una gara combattuta il Solofra, guidata da Rocco Fiume. Tre punti importanti per i cilentani in vista delle ultime tre uscite della regular season.

Il match vede equilibrio in avvio, con una Polisportiva coraggiosa e propositiva che fa girare bene palla. Al decimo i giallorossi sembrano spaccare il match: Romano viene steso in area da Catalano, il sig. Della Corte di Napoli decreta la massima punizione estraendo il rosso verso il calciatore locale (Catalano). Si forma un capannello intorno al direttore di gara, Perrino numero sei del Solofra, viene colto da malore, tra il panico generale, e trasportato in ambulanza all’ospedale di Avellino per gli accertamenti del caso. Dopo oltre venti minuti di sosta Margiotta trasforma dagli undici metri, portando avanti la Polisportiva. La Polisportiva sembra in controllo della gara, tenendo il pallino del gioco in mano: Manzo impegna Buoniconti, estremo difensore dei padroni di casa. Al primo vero affondo del Solofra arriva il pari: Balzano è bravo a capitalizzare al meglio l’unica occasione pervenuta, ristabilendo così la parità. Dopo tre minuti Margiotta prova, senza fortuna, a riportare i suoi avanti, Buoniconti è attento e fa ancora buona guardia. Poco dopo Mamadou non centra lo specchio della porta, stessa sorte, dall’altra parte, per Di Filippo, calciatore della squadra di mr. Fiume. Per la Polisportiva nel finale di gara tentativi ancora per Fernando e Manzo, sul fondo, mentre Spicuzza blocca la conclusione di Minopoli. Ultima occasione, per Trabelsi, che poco prima di rientrare negli spogliatoi vede rimpallata la sua battuta a rete.



La ripresa si apre con un blitz del Solofra: è Balzano ha firmare la prima occasione, non concretizzata, dei secondi quarantacinque di gioco. Manzo impegna invece, al settimo, Buoniconti, attento nella circostanza. La Polisportiva sembra preme sull’acceleratore: Petrillo, da poco entrato, calcia sul fondo al ventunesimo, mentre Margiotta al spara malamente al lato, quattro minuti dopo. Ad un quarto d’ora dalla fine arriva il secondo penalty in favore dei ragazzi di Pirozzi, per l’intervento in ritardo di Buoniconti: Margiotta è ancora freddo dagli undici metri, calcia centralmente riportando in vantaggio i suoi. Nel finale succede ben poco, la Polisportiva amministra il due ad uno aspettando il triplice fischio finale: la prossima settimana big match per i giallorossi che ospiteranno al “Carrano” la capolista S.Tommaso. Al calciatore del Solofra, Perrino, colpito da un malore, va un caloroso augurio di pronta guarigione da parte del club cilentano.

Tabellino Solofra 1-2 Polisportiva Santa Maria

Solofra: Buoniconti, Olimpo ( 90′ Nicodemo), Capaldo, Magliocca, Catalano, Perrino ( 39′ Parisi), Nappo ( 63′ Novi) , Minopoli, Balzano, De Filippo (85’ Delle Donne), Salvato. A disp: Caruccio, Parisi, Nicodemo, Guarino, Pina, Novi, Delle Donne, Pappacena, Massimo. All. Fiume.

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, (46′ Grieco), Trabelsi, Fiorilllo Sangare (63′ Di Gregorio), Pastore, Itri, Fernando, Joff (65′ Petrillo), Margiotta, Manzo P. (80′ Fariello), Romano (46′ Altieri). A disp: Grieco, Lo Schiavo, Fariello, Di Gregorio, Petrillo Manzo N., Morena, Silo, Altieri All. Pirozzi.

Arbitro: Della Corte di Napoli. Assistenti Columbro-Ciannarella

Reti: Margiotta 36′ rig.,Balzano 45′, Margiotta 76′ rig.

Note: Ammoniti Balzano, Minopoli, Manzo P., Buoniconti, Olimpo, Trabelsi. Espulsi:Catalano 11′, Parisi 86′.
Spettatori : 200 circa
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: terza vittoria di fila. Sant’Agnello KO al Carrano

Condividi con:

La Polisportiva Santa Maria ottiene la terza vittoria consecutiva battendo al Carrano 1 a 0 il Sant’Agnello. È ancora Margiotta a regalare i tre punti, con un rigore dagli undici metri, che avvicina i giallorossi alla qualificazione matematica per i play-off.

In un sabato quasi primaverile, in un “Carrano” gremito, al sesto minuto è Romano dal limite ad andare vicino al vantaggio: la conclusione del classe 2001 termina di poco sul fondo. All’ottavo occasionissima nell’area del Sant’Agnello: ancora Romano, dall’interno dei sedici metri, spara centralmente. I ragazzi del tecnico Serrapica si fanno vedere al minuto diciassette, Ascione impegna Spicuzza, costretto a metterci i guantoni nel primo vero intervento della sua gara. Dopo un minuto Piacente, con una bella discesa, fa tutto bene sino ai venti metri: il terzino spara malamente alto, vanificando così una potenziale opportunità nata in contropiede. Gli ospiti prendono coraggio e al ventesimo calciano verso la porta giallorossa con Ascione, Spicuzza è attento e controlla in presa bassa. La partita sale di ritmo, al ventitrè di gioco Romano serve Manzo che batte di prima, la difesa gialloblù si salva chiudendo in angolo. Un primo tempo vibrante cambia parziale al venticinquesimo: il direttore di gara assegna un penalty per un tocco con le mani in area di un calciatore del Sant’Agnello su un’incursione di Itri. Margiotta, dagli undici metri, spiazza Zurino, siglando l’uno a zero che porta avanti i cilentani. Il Sant’Agnello sfiora il pari al minuto trentadue: Ascione mira l’angolino, Spicuzza è provvidenziale togliendo la palla dall’angolino basso. Sul corner seguente Di Donna è impreciso nella deviazione aerea, che si spegne sul fondo. La prima frazione termina con due incursioni giallorosse: Romano calcia alto, al quarantaquattresimo, e dopo pochissimo Manzo conclude al lato.



La ripresa, più avara di emozioni rispetto ai primi quarantacinque minuti di gioco, si apre su toni più maschi e battaglieri. Al giro di lancette numero cinquantatré, Mosca, dalla distanza, non è preciso nella sua battuta a rete. La stessa punta, entrata dalla panchina al rientro dagli spogliatoi, ci riprova, senza esiti, al minuto sessantuno. Strianese, al ventesimo, va vicino al goal del pari: la parabola disegnata dal centrocampista ospite sembra sorprendere Spicuzza, che però si salva in due tempi. La Polisportiva va vicino al due a zero, al minuto settantasei, con Manzo che col mancino costringe Zurino ad un intervento super, con la mano di richiamo. Il numero dieci giallorosso ci riprova all’ottantacinquesimo, dopo una sgroppata, ma Zurino blocca senza troppi patemi. Termina 1 a 0 per i ragazzi di mr. Pirozzi che tra una settimana saranno di scena sul campo del Solofra.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 1-0 Sant’Agnello

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Trabelsi (69′ Lo Schiavo), Fiorilllo De Sio, Fariello, Itri, Fernando, Petrillo (74′ Joff), Margiotta (88′ Di Gregorio), Manzo P.(88′ Sangare), Romano (93′ Manzo N.). A disp: Grieco, Lo Schiavo, Manzo N., Joof, Sangare, Pastore, Morena, Di Gregorio, Altieri All. Pirozzi.

Sant’Agnello: Zurino, Alfano, Piacente, Veniero ( 46′ Mosca) , Esposito ( 74′ Frulio), Di Donna, Liguori ( 76’Guadagno), Strianese, Lauro ( 53′ Fiorentino), Ascione, Nocerino. A disp: Cinque, Di Giulio, Guadagno, Sposato, Frulio, Paolillo, Fiorentino, Miele, Mosca. All. Serrapica.

Arbitro: Ferentino di Ercolano. Assistenti Ferrara-Riccardo

Reti: Margiotta 25′ rig.

Note: Ammoniti Itri, Fariello, Fiorillo, De Sio, Piacente, Alfano. Recupero: 1′ p.t, 5′ s.t. Spettatori : 400 circa
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: 3 punti in Costiera. Margiotta regola il Positano

Condividi con:

La Polisportiva coglie tre punti pesanti nella trasferta di Positano, disputata nell’orario insolito delle 10.30 di mattina. I cilentani, grazie alla vittoria odierna, si confermano nelle zone alte del girone B d’Eccellenza campana.

Il match vede in avvio una buona partenza dei locali che con Ranieri, al settimo, impegnano Grieco, numero uno classe 2002 confermato tra i pali da Pirozzi. Fiorillo, per la Polisportiva, nel giro di pochi minuti, intorno al quarto d’ora, ci prova con due tiro-cross che si spengono tra le braccia di Salineri, estremo difensore del San VIto. Il Positano si rende pericoloso due volte, con Carfora e Ranieri, senza riuscire a trovare però il punto del vantaggio. E’ la Polisportiva a passare al ventiseimo di gioco: Manzo, col destro, trova Margiotta in area, che di testa indirizza la palla all’angolino, beffando l’incolpevole Salineri (0-1). La Polisportiva prova a chiudere subito il match con Manzo, al trentunesimo, e poi con Petrillo, dopo sessanta secondi, senza produrre gli effetti sperati. Il San Vito, prima di rientrare negli spogliatoi, tenta la via del pari con Crisucuolo, al minuto quarantaquattro.



Al quinto della ripresa l’unica vera e pericolosa occasione dei padroni di casa con Di Biase che calcia di poco al lato della porta difesa da Grieco. Dalla parte opposta, all’undicesimo, contropiede dei cilentani che potrebbero chiudere i conti con Margiotta, la conclusione dell’ariete cilentano termina sul fondo. Nella fesa centrale del secondo tempo, non ci sono particolari occasioni di rete. I padroni di casa provano a innescare il reparto offensivo con lanci lunghi che però puntualmente vengono respinti da Fariello e compagni. Al venticinquesimo, poi, De Sio ci prova con un diagonale che non coglie però lo specchio della porta. Nel giro di un minuto, tra il ventisettesimo e ventottesimo, il San Vito ci prova con Ruocco e poi con Ruscio senza però trovare il pari. La Polisportiva sfiora il raddoppio al trentottesimo con un’inzuccata di Itri che termina poco distante dalla porta. A due minuti dallo scadere, De Sio regala l’illusione ottica del gol con un tiro dalla distanza. Nei minuti finali, quindi, gli assalti dei padroni di casa non sortiscono alcun effetto. Triplice fischio e tre punti pesantissimi per la Polisportiva.

Tabellino San Vito Positano 0-1 Polisportiva Santa Maria

San Vito Positano: Salieri, Gargiulo, Fammiano (59′ Giordano), Ruscio, Terminiello, Criscuolo, Carfora, Natino (68′ Falanga), Ranieri, Di Biase, Ruocco. A disp.: De Caro, Marsicano, Capozzi, Banco, Falanga, Severino, Granato, Giordano. All. Cuomo

Polisportiva Santa Maria 1932: Grieco, Trabelsi (71′ Pastore), Fiorillo, Petrillo (77′ Mamadou), Fariello, Itri, Fernando, De Sio, Margiotta, Manzo P. (66′ Romano), Altieri (88’Cherillo) A disp.: Spicuzza, Lo Schiavo, Morena , Manzo N,. Di Gregorio, Pastore, Mamadou, Cherillo, Romano. All. Pirozzi.

Arbitro: Crispino di Frattamaggiore Assistenti Ferrara-Falco

Reti: 26′ Margiotta

Note: Ammoniti Fernando, Terminiello, Fiorillo, De Sio, Margiotta, Giordano, Ruscio. Recupero: 1′ p.t. 6′ s.t. Spettatori : 150 circa
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: Margiotta e Fariello stendono la Scafatese

Condividi con:

La Polisportiva S.Maria torna alla vittoria. I giallorossi stendono la Scafatese per 2 a 0. Esordio dal primo minuto, tra le file cilentane, per Giovanni Grieco, portiere di belle speranze classe 2002.

Il match, giocato in una “Carrano” gelido, causa vento, vede partire bene la Polisportiva che ci prova con Manzo dopo due minuti su calcio piazzato, il mancino del numero dieci termina sul fondo. Al nono, i cilentani passano grazie ad una giocata splendida di Margiotta, che al limite dell’area controlla la palla e calcia, in maniera indisturbata, infilando Menzione, per l’1 a 0. I giallorossi ci provano due volte nel giro di pochi minuti intorno al diciottesimo: Romano spedisce al lato dalla distanza, mentre Manzo dall’interno dei sedici metri conclude in maniera debole e centrale. A metà frazione è ancora Romano a cercare il raddoppio, Menzione si distende alla sua destra bloccando la sfera in presa bassa. Al venticinquesimo, Manzo dall’altezza del dischetto del rigore colpisce in pieno il palo, mentre dopo un giro di lancette Margiotta dà solo potenza alla sua battuta a rete. Il numero dieci di Pirozzi, al trentanovesimo, fallisce una ghiotta occasione alzando troppo il suo tiro. A fine frazione, al quarantaquattresimo, occasione per la Scafatese, che per la prima volta impensierisce Grieco, bravo a mettere i guantoni evitando il pari ospite.



Nella ripresa sembra più viva, dopo quarantacinque minuti molto guardinghi, la Scafatese, che al settimo ci prova con Esperimento. All’undicesimo, sugli sviluppi di un corner di Petrillo, Romano sfiora di testa il raddoppio, mentre al quarto d’ora la Scafatese si rende pericolosa con un tiro-cross, dal settore sinistro, che non trova nessuno pronto alla deviazione. Al ventesimo ci prova ancora Romano, che dal cuore dell’area costringe all’intervento Menzione che si rifugia in angolo. Dalla bandierina Manzo trova Fariello, che di testa gonfia la rete per il 2 a 0 che mette in ghiaccio il match. La Scafatese cerca di tornare in partita con Siciliano, che al sessantottesimo su punizione alza di un metro sopra la traversa il suo destro. I giallorossi mancano il tris al settantunesimo, Romano, poco altruista nella circostanza, non è cinico vanificando da pochi metri una buonissima opportunutà. Al settantacinquesimo la Scafatese, complice una deviazione di Itri, colpisce una traversa. A dieci dal termine Siciliano, il migliore dei suoi, grazia la Polisportiva, Fariello è provvidenziale salvando sulla linea. Dall’altra parte, Margiotta trova attento, invece, in presa bassa Menzione. L’ultima emozione in pieno recupero capita sui piedi di De Sio, che dopo una bella discesa colpisce il palo.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 2-0 Scafatese

Polisportiva Santa Maria 1932: Grieco, De Sio, Fiorillo, Petrillo (85′ Mamadou), Fariello, Itri, Fernando, Joff,, Margiotta (85′ Cherillo), Manzo P. (68′ Altieri), Romano (79′ Morena) disp.: Spicuzza, Lo Schiavo, Morena , Manzo N,. Di Gregorio, Pastore, Mamadou, Cherillo, Altieri. All. Pirozzi.

Scafatese: Menzione, Sannino, Manzo V., Rinaldi, Orientale, Esperimento, Apredda, Avino, Roghi, Siciliano, Amendola. C.( 63′ Barra). A disp: Capasso, Torcia, Esposito, Petrosino, Vitiello, Nina, Russo, Amendola C.P., Barra. All. Amarante

Arbitro: Matteo di Sala Consilina (Conforti-Monaco)

Reti: 9′ Margiotta, 66′ Fariello

Note: spettatori circa 150. Ammoniti Fernando, Avino. Recupero: 1′ p.t. 4′ s.t.
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: trasferta amara a Castel San Giorgio

Condividi con:

Sconfitta per la Polisportiva in trasferta che, dopo i successi in casa del Faiano e della Palmese, cede al Castel S. Giorgio di mister Ciro De Cesare.

Il Castel San Giorgio parte fortissimo cercando la via della rete dopo poco più di trenta secondi con Iapicco, che calcia in maniera potente ma imprecisa. La Polisportiva prova a distendersi in contropiede concedendo solo la battuta da lontano agli avversari: al quarto d’ora, infatti, Liguori non è preciso nel suo tentativo di sorprendere Spicuzza da fuori area. La Polisportiva torna a farsi pericolosa due volte nel giro di pochissimo poco prima del ventesimo: prima Romano trova pronto dai venti metri Di Filippo, numero uno dei locali, poi De Sio, in un’azione rocambolesca, trova pronto alla deviazione sopra la traversa Di Filippo. La risposta del San Giorgio arriva al ventunesimo, Barbarisi colpisce, dal settore destro offensivo dei ragazzi di De Cesare, solo l’esterno della rete. Il Castel S.Giorgio trova il vantaggio al trentunesimo con Malafronte, che capitalizza al meglio una bella azione sviluppata sul settore sinistro del campo. I padroni di casa vanno vicino al doppio vantaggio un minuto dopo, Fariello è bravo a chiudere, a Spicuzza battuto, su una disattenzione di Itri. Al trentacinquesimo un’occasione per parte: Romano trova pronto Di Filippo, mentre Liguori, dall’altra parte, conclude sul fondo. Nel finale di frazione Manzo ci prova direttamente da calcio angolo, al quarantesimo, mentre poco dopo Spicuzza deve metterci i guantoni sul destro di Iapicco.



La ripresa parte su ritmi forsennati: Botta spreca dall’interno dei sedici metri mancando la rete del due a zero per il San GIorgio, mentre Romano vede strozzata in gola l’esultanza complice una strepitosa parata di Di Filippo. Al terzo di gioco la Polisportiva trova il pari: Margiotta dagli undici metri, dopo un rigore concesso per fallo di mano di Capuano, è freddissimo calciando centrale per l’uno ad uno. Nemmeno il tempo di respirare che la Polisportiva trova il due ad uno sempre grazie a Margiotta, che in spaccata nei pressi dell’area piccola non sbaglia. Il San Giorgio torna a farsi viva con Barbarisi che costringe alla respinta Spicuzza prima del decimo. La partita vede un parapiglia al ventiduesimo, il San Giorgio non trova la battuta vincente graziando cosi la Polisportiva. I locali trovano il pari al minuto ventisei con Malafronte che, dopo un rigore concesso dal direttore di gara, supera Spiccuzza riportando in equilibrio la gara. Altieri, da poco entrato, trova la provvidenziale risposta di Di Filippo. A otto dalla fine l’estremo difensore locale è ancora strepitoso su Margiotta, chiuso nella sua battuta a rete. Quando la partita sembrava incanalarsi sul due a due finale il San Giorgio firma il tre a due: Malafronte spizza per Ferrentino che di piatto batte Spicuzza. Nel finale succede poco finisce 3 a 2 per la squadra di casa che batte la Polisportiva.

Tabellino Castel S. Giorgio 3-2 Polisportiva Santa Maria

Castel S. Giorgio: Di Filippo, Capuano, Terrone, Maio (55’Ferrara), Terlino, Barbarisi, Botta, Malafronte, Liguori (55′ Ferrentino), Iapicco, Vitiello. A disp: Di Maggio, Cuomo, Napoletano, Schioppa, Cataldo, Moffa, Ferrara, Somma, Ferrentino.

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Trabelsi,, Fiorillo (75′ Manzo N.), De Sio ( 90′ Petrillo),Fariello, Itri, Fernando, Joff, ( 85′ Pastore), Margiotta, Manzo P ( 67′ Altieri), .Romano (75′ Cherillo) A disp.: Grieco, Petrillo, Paragano, Manzo N. Di Gregorio, Pastore, Mamadou, Cherillo, Altieri. All. Pirozzi.

Arbitro: Palomba di Torre del Greco. Assistenti Iazzetta-Adinolfi

Reti: 31′ Malafronte 48′ Margiotta rig. 52′ Margiotta 71′ Malafronte rig., Ferrentino 90′

Note: spettatori circa 250. Ammoniti: Maio, Fariello, Joff, Malafronte. Recupero: 0′ pt 5’st
Comunicato stampa

Sintesi Castel S. Giorgio 3-2 Polisportiva Santa Maria

Condividi con:

Riscatto Santa Maria: espugnato il campo del Faiano

Featured Video Play Icon
Condividi con:

Torna a sorridere la Polisportiva Santa Maria che espugna il “Giannattasio” di Prepezzano con un secco 3 a 0. Troppo superiore la formazione allenata da Pirozzi al cospetto di un Faiano impelagato in piena zona play-out. I tre punti consentono alla Polisportiva di mantenere salda la quinta posizione e di rosicchiare qualche punto dalle squadre che la precedono.

La gara inizia senza grandi sussulti, complice anche il vento che soffierà per tutta la partita. Al primo affondo importante, al decimo minuto, la formazione cilentana passa in vantaggio: Cherillo batte un calcio piazzato, Margiotta controlla e serve al centro per l’accorrente Altieri che deposita alle spalle di Senatore M. (0-1). La reazione del Faiano è affidata a due tiri fuori misura, al 15esimo e al 17esimo, di Costabile e di Alessandro Pellegrino. L’occasione più ghiotta del match per i padroni di casa capita al 23esimo sui piedi di Erra che, da ottima posizione, calcia alto. La Polisportiva, dal suo canto, si difende con ordine e non rischia nulla fino allo scadere del primo tempo quando Itri mura una conclusione a botta sicura di Consiglio.



Nella ripresa, la Polisportiva cerca di chiudere subito il match. Dopo qualche minuto di pausa forzata perché i calciatori di casa vorrebbero la sospensione del match a causa del vento, si riprende a giocare e la Polisportiva trova il raddoppio al 14esimo con Margiotta che, servito da un assist al bacio di Fernando, con una semi rovesciata segna un gol spettacolare e strappa gli applausi della tribuna (0-2). Per il Faiano, con due gol da recuperare, si fa ancora più dura quando Merola, da pochi minuti subentrato a Costabile, colpisce a gioco fermo Itri sotto gli occhi del direttore di gara che gli estrae il cartellino rosso. Nel frattempo, girandola di sostituzioni per entrambi gli allenatori. La gara, quindi, si spegne man mano con la Polisportiva che ha il doppio vantaggio dalla sua parte. Al 38esimo potrebbe arrivare anche il gol di Fernando che non riesce a prendere lo specchio della porta sul filtrante di Margiotta. Occasionissima in pieno recupero per Pasquale Manzo che ruba il pallone a Imperiale e poi, tutto solo, calcia fuori. Proprio allo scadere arriva la firma dello 0 a 3 con Vincenzo Romano che, servito da Manzo, supera Marco Senatore. Tre punti pesanti e torna il sorriso in casa Polisportiva in vista della trasferta contro il Castel San Giorgio.

Tabellino Faiano 0-3 Polisportiva Santa Maria

Faiano 1965: Senatore M., Citro, Romano D. (8’ st Maisto), Grieco, Di Giacomo, Scognamiglio, Pellegrino A., Costabile (8’ st Merola) , Senatore F. (33’ st Liberto), Erra, (33’ st Martinelli), Consiglio (43’ st Imperiale). A disp.: Ginolfi, Forino, Liberto, Russomando, Gallo, Martinelli, Maisto, Imperiale, Merola. All.: Turco

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Trabelsi,Manzo N., De Sio, Fariello, Itri Fernando, Joff, Margiotta, Cherillo, Altieri. A disp.: Grieco, Paragano, Pastore, Fiorillo, Mamadou, Morena, Petrillo,, Romano V., Manzo P. All. Pirozzi.

Arbitro: Liberato Maione di Ercolano (Cecere-Mistico)

Reti: 10’ pt Altieri, 14’ st Margiotta, 51’ st Romano V.

Note: spettatori circa 100. Espulso Merola al 23’ st. Ammoniti Senatore M., Romano D. e Trabelsi.
Comunicato stampa

Sintesi Faiano 0-3 Polisportiva Santa Maria

Intervista al mister della Polisportiva Santa Maria Egidio Pirozzi

Condividi con:

Tonfo Santa Maria: il Costa d’Amalfi espugna il Carrano

Condividi con:

Arriva nel ventiduesimo turno, contro il Costa d’Amalfi, la seconda sconfitta interna per la Polisportiva S.Maria che paga una parte centrale di primo tempo in cui gli ospiti si dimostrano cinici segnando tre reti in poco più di un quarto d’ora.
La gara vede in avvio un brivido nell’area costiera, al quinto Napoli, portiere ospite, mette una pezza su una disattenzione difensiva dei suoi. Il numero uno degli ospiti si deve ripetere, in maniera decisiva, all’ottavo, Cherillo è però troppo tenero nella battuta a rete. Al nono Fariello, sugli sviluppi di un corner, alza troppo la sua girata aerea, che finisce cosi sopra la trasversale. Al diciassettesimo, alla prima vera occasione, il Costa d’Amalfi passa in vantaggio: gli ospiti capitalizzano al megllio un’azione di contropiede, Marseglia mette in porta da due passi un traversone proveniente dal settore destro battendo l’incolpevole Spicuzza. In un’azione molto simile i costieri raddoppiano, è Tiberio a siglare il raddoppio colpendo a botta a sicura dall’interno dell’area al ventiquattresimo di gioco (0-2). La Polisportiva incassa l’uno-due e fatica a farsi vedere dalle parti di Napoli. Al minuto trentatrè Itri non è tempestivo nella frustata di testa che si perde al lato. Al trentaquattresimo il Costa d’Amalfi trova la terza rete, ancora in contropiede, con Lettieri che in diagonale batte Spicuzza. Al trentanovesimo torna a farsi viva la Polisportiva, i giallorossi ci provano nuovamente con Cherillo che dopo un primo controllo conclude di mezzo metro sul fondo. Al quarantunesimo Napoli è strepitoso su Itri, il portiere ospite alza con un grande riflesso sopra la traversa



La ripresa si apre con la prima rete cilentana: è Petrillo, dopo il gol di Palma Campania, a firmare dal limite dell’area, al terzo, la rete che può riaprire completamente il match. Al diciottesimo Cherillo, prima di dare spazio a Pasquale Manzo, strozza troppo il suo destro dopo una disattenzione generale della retroguardia dell’undici di mr. Fedullo. Al sessantacinquesimo il break del Costa d’Amalfi che con Lettieri obbliga Spicuzza ad una super parata, dall’altra parte finisce larga la punizione defilata di Pasquale Manzo. Al sessantanovesimo è bravissimo Margiotta a lavorare una palla al limite dell’area e a concludere in porta, Napoli però fa buona guardia. Al settantottesimo, su assist proveniente da destra di Trabelsi, Margiotta non è cattivo nell’impatto con la palla che non inquadra lo specchio della porta, stessa sorte a Fiorillo che al minuto ottantadue spedisce alta sulla traversa la sua frustata aerea. A sei dal termine Manzo, su punizione dai sedici metri, colpisce la traversa a Napoli battuto. Non succede più nulla, la Polisportiva esce sconfitta e cercherà, in trasferta contro il Faiano mercoledi, di ritornare alla vittoria.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 1-3 Costa d’Amalfi

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Trabelsi,, Manzo N. ( Romano 67′), Petrillo, Fariello, Itri Fernando (Fernando 92′) , Joff (Fiorillo 76′), Margiotta,, Cherillo (64′ Manzo P.), Altieri. A disp.: Grieco Paragano, Fiorillo, Pastore, Morena, DI Gregorio, Mamadou, Romano, Manzo P. All. Pirozzi.

Costa d’Amalfi: Napoli, Pisapia (Catalano 67′), Marseglia, Cestaro (Asciuti 67′), Palumbo, Vigorito, Senatore, Lettieri, Apicella S. (Marino 56′), Mascolo (Ronga 87), Tiberio. A disp: Apicella M., Asciuti, Bilandro, Reale, War, Catalano, Buonocore, Ronga, Marino. All. Ferullo

Arbitro: Simone Nuzzo di Seregno (Guerra-Caramante)

Reti: 17′ Marseglia, 24′ Tiberio, 34′ Lettieri , 48′ Petrillo.

Note: spettatori 400. Ammoniti: Cestaro, Marseglia, Fariello, Trabelsi. Recupero: 2’p.t., 4′ s.t.
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: i giallorossi espugnano il campo della Palmese

Condividi con:

La Polisportiva, protagonista di una prova convincente, torna al successo lontano dalle mura amiche, al “Comunale” di Palma Campania, contro la Palmese, guidata da Carlos Sanchez. La vittoria mancava dalla terza giornata di andata contro il Valdiano.

La gara in avvio ha da segnalare pochi spunti degni di nota: Farriciello, per i padroni di casa, calcia abbondantemente fuori al decimo, gli fa eco Manzo per i giallorossi che non inquadra la porta. Al quarto d’ora, dopo una bella trama di gioco, risulta debole il colpo di testa di Fernando parato senza patemi da Cibelli. Al diciottesimo, da posizione defilata, Manzo costringe all’intervento il numero uno della Palmese. Il ritmo, in una gara molto bloccata, cala e succede poco sino al trentunesimo quando Manzo P. serve un assist per Petrillo che trafigge Cibelli, con un diagonale preciso, per il vantaggio ospite (0-1). La Palmese cerca di farsi viva in particolare sui calci piazzati, il colpo di testa di Simonetti, al trentanovesimo, viene bloccato però da Spicuzza.



Nella ripresa Salvati, in acrobazia, spedisce la palla sul fondo sugli sviluppi di un corner al quinto, ma è la Polisportiva a siglare la rete del raddoppio: Altieri, al nono, serve Pasquale Manzo che con un tocco morbido, dall’interno dell’area, supera Cibelli in uscita. Il match termina in pratica con oltre mezzora d’anticipo, dopo il due a zero, infatti, succede davvero ben poco. La Palmese prova a ritornare in partita, ma la conclusione di Romano Umberto, al ventesimo, si spegne al lato. Stessa sorte per l’altro Romano, Vincenzo, che non inquadra lo specchio della porta al trentaduesimo. I ragazzi di Pirozzi badano a rischiare poco senza concedere grosse azioni ai locali, incapaci di impensierire seriamente Spicuzza nell’arco dei novanta minuti di gioco. Non cambia nulla nemmeno dopo sei minuti di recupero: la Polisportiva supera per due a zero la Palmese, sale a trentasei punti e consolida la posizione in zona play-off.

Tabellino Palmese 0-2 Polisportiva Santa Maria

Palmese: Cibelli, Di Palma (Medina 56′), Maresca, Coppola, Simonetti, Salvato, Russo, Ammaturo (Adiletta 56′), Farriciello, Esposito Lauri (Romano U. 46′), Ricciolio (Basile 66′). A disp: Mascolo, Romano M. ,Langella, Barrellla, Basile, Medina, Adiletta, Manzo, Romano U. All. Sanchez.

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Lo Schiavo (Pastore 77′), Manzo N., Petrillo (Mamadou 85′), Fariello, Itri Fernando, Joff, Margiotta ( Fiorillo 88′), Manzo P.( Cherillo 65′), Altieri (Romano 76′). A disp.: Grieco Paragano, Pastore, Fiorillo, Mamadou, Di Gregorio, Morena, Romano, Cherillo All. Pirozzi.

Arbitro: Maresca di Napoli. Assistenti Avena e Trotta

Reti: Petrillo 31′, 54’ Manzo P.

Note: spettatori circa 250. Ammoniti: Di Palma, Lo Schiavo, Joff. Recupero: 2’p.t., 6′ s.t.
Comunicato stampa

Sintesi Palmese 0-2 Polisportiva Santa Maria

 

 

Intervista al mister della Polisportiva Santa Maria Egidio Pirozzi

 

 

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: vittoria al cardiopalma contro l’Eclanese

Condividi con:

Tre punti vitali per la Polisportiva che vince lo scontro diretto contro l’Eclanese, distanziandola di quattro lunghezze. Un match vinto con il cuore dalla squadra di Pirozzi che l’ha spuntata nel finale con una magia di Manzo, match winnner contro gli irpini. Diverse le assenze per la formazione di Pirozzi, tecnico dei giallorossi, che deve far fronte alle assenze, causa squalifica post-Cervinara, di De Sio, Fernando e Fariello. Il match vede partire bene gli irpini che provano a rendersi pericolosi prima con Capone e poi con Grillo, al nono di gioco. Al decimo è Santosuosso a cercare la via della rete ma Spicuzza, numero uno dei cilentani, fa buona guardia. La risposta dei padroni di casa giunge dopo undici giri di lancette con Margiotta, autore di una ottima prova, e con Morena, al tredicesimo, che alza troppo il suo mancino. Al diciassettesimo Orefice, da fuori area, calcia centralmente, prima del vantaggio della squadra di Santa Maria, giunto al ventunesimo, targato Pasquale Manzo, che finalizza come meglio non potrebbe un’azione sviluppata sull’out di destra. L’Eclanese torna a farsi viva con Santosuosso, al ventisei di gioco, mentre Margiotta sessanta secondi dopo cerca l’eurogol in acrobazia. Alla mezzora Orefice non è preciso nella sua battuta a rete, sei minuti dopo Pasquale Manzo costringe all’intervento Bruno, estremo difensore irpino.



In avvio di seconda frazione un’occasione per parte: Pasquale Manzo calcia al lato e Orefice trova pronto Spicuzza, dopo quattro minuti. La Polisportiva raddoppia al cinquantatreesimo: Margiotta lavora bene una palla sul settore destro del campo servendo un assist al bacio ad Altieri, lestissimo ad arrivare per primo sulla palla per il due a zero. L’Eclanese torna in gara al sessantesimo con Picozzi, da poco entrato in campo, che si fa trovare pronto in area, sfruttando la complicità di una retroguardia locale disattenta, marcando il due ad uno. Al diciottesimo, sugli sviluppi di un corner, Capossela, difensore irpino, spizza alto sulla traversa. La Polisportiva, che aveva trovato in precedenza la rete del tre a zero annullata per dubbio fuorigioco, torna a farsi viva con Pasquale Manzo al sessantacinquesimo. Il pari ospite arriva, un po’ a sorpresa, al minuto ottantadue con Verrilli, che capitalizza meglio un contropiede facendo calare il gelo sul “Carrano”. Quando tutto sembra far presagire al pari finale arriva la prodezza di Manzo: il dieci giallorosso pennella, al novantesimo, una punizione che toglia la ragnatela sotto l’incrocio. Termina così tre a due una gara vibrante e dalle mille emozioni.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 3-2 Eclanese

Polisportiva S.Maria: Spicuzza, Lo Schiavo, Manzo N.( Fiorillo 63′), Petrillo (Di Gregorio 90′), Pastore, Itri, Morena, Joff, Margiotta, Manzo P. (Sangare 92′), Altieri (Romano 63′). A disp: Grieco, Trabelsi, Sangare, Paragano, Fiorillo, Di Gregorio, Cherillo, Silo, Romano. All. Pirozzi.

Eclanese: Bruno, Della Valle (Madonna 46′), Grasso (Picozzi 54′), Russo (Capocasale 59′) , Capone, Capossela, Santosuosso, Zullo, Grillo (Verrilli 73′), Coppola, Orefice. A disp: Iannicello, Calabrese, Cerrato, Maffei, Enrico, Madonna, Capocasale Picozzi, Verrilli. All. Martino.

Arbitro: Michele Criscuolo di Torre Annunziata (Savino-Ambrosino)

Marcatori: 22′ Manzo P., 53′ Altieri, 60′ Picozzi, 82′ Verrilli, 90′ Manzo P.

Note: spettatori circa 250. Ammoniti: Margiotta, Della Valle, Petrillo, Orefice, Spicuzza, Joff.
Comunicato stampa

I video del match

Sintesi Polisportiva Santa Maria 3-2 Eclanese

Intervista al mister della Polisportiva Santa Maria Egidio Pirozzi

Intervista al capitano della Polisportiva Santa Maria Felice Pastore

Condividi con:

Molti dubbi sulle decisioni arbitrali, Santa Maria sconfitto in Irpinia

Featured Video Play Icon
Condividi con:

Vince al fotofinish l’Audax Cervinara con un gol di Zerillo. Sconfitta immeritata della Polisportiva che ha disputato una grande partita, su un campo pesantissimo, e pagato anche un arbitraggio a dir poco casalingo. Hanno deciso un calcio di rigore inesistente concesso nel primo tempo e un gol al 93esimo viziato da sospetto fuorigioco. La cronaca. La prima azione del match è di marca giallorossa: Romano va via sul fondo e crossa verso il centro dell’area, il colpo di testa di Cherillo è bloccato da Stasi. Gioca bene la Polisportiva che in altre due circostanze si rende pericolosa nell’area del Cervinara. Al primo e unico affondo dei padroni di casa nel primo tempo, che arriva al 13’, l’arbitro regala un calcio di rigore per un tocco inesistente di Trabelsi su Befi. Come se non bastasse, i giallorossi restano anche in dieci per le proteste di De Sio. Dagli undici metri, Befi porta in vantaggio la squadra irpina. Non è la prima volta che la Polisportiva paga arbitraggi nefasti in questa stagione. Nonostante l’inferiorità numerica e lo svantaggio, sono gli ospiti a tenere molto meglio il campo, ai limiti della praticabilità. Romano ci prova dalla distanza, ma senza fortuna. Nel finale del primo tempo, Margiotta prova a girare in area di rigore, ma viene fermato sul più bello.



Nella ripresa, gli irpini sono subiti pericolosi con un tiro di Fusco deviato in angolo da Spicuzza e con un colpo di testa di Befi che esce di un soffio. La Polisportiva, dopo la sfuriata dei padroni di casa, torna a insidiare Conti e compagni con una conclusione di Cherillo. Il meritato pareggio arriva al 18’ con un tiro di Margiotta, a seguito di un calcio piazzato, che supera un incolpevole Stasi. Al 30’ occasionissima per Befi che supera con un pallonetto Spicuzza, ma Itri salva sulla linea con un colpo di testa. Nella parte finale della partita, i padroni di casa provano il tutto per tutto senza trovare però la strada del gol. La rete arriva all’ultimo affondo con Zerillo, tra le proteste per un sospetto fuorigioco. Termina così 2 a 1 per l’Audax Cervinara, per i giallorossi si tratta dell’ennesima beffa.

Tabellino Audax Cervinara 2-1 Polisportiva Santa Maria 1932

Audax Cervinara: Stasi, Cioffi, Brogna, Befi, Fusco (42’ st La Torre), Krivca (16’ st Iaquinto), Calandrelli, Conti, Furno, Petrone (26’ st Zerillo), D’Andrea (34’ st Russolillo) . A disp.: Napolitano, Ricci, Casale L., La Torre, Iaquinto, Russolillo, Zerillo, Taddeo, Guida. All. Iuliano.

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Trabelsi, Fiorillo (32’ st Pastore), De Sio, Fariello, Itri, Fernando, Joof, Margiotta (39’ st Altieri), Cherillo (23’ st Petrillo), Romano (37’ st Morena). A disp.: Tomei, Paragano, Pastore, Manzo N., Petrillo, Morena, Sangare, Manzo P., Altieri. All.: Pirozzi.

Arbitro: Romanelli di Lanciano (Recano-Luciano)

Reti: 15: pt Befi su rigore, 18’ st Margiotta, 48’ st Zerillo.

Ammoniti: Fariello, Fernando, Trabelsi, Krivca. Espulso De Sio al 14esimo del primo tempo.

Sintesi Audax Cervinara 2-1 Polisportiva Santa Maria 1932

 


Comunicato stampa

 

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: buona la prima nel 2019. Valdiano ko

Condividi con:

La Polisportiva Santa Maria inaugura il 2019 con una vittoria contro il Valdiano. Tre punti preziosi che consentono alla formazione cara al patron Francesco Tavassi di restare nei quartieri alti del girone B di Eccellenza. Decisive le reti, una per tempo, di Pasquale Manzo e di De Sio. Nel finale di gara esordio stagionale in campionato per il portiere classe 2002 Giovanni Grieco, altro prodotto del vivaio giallorosso. Il match vede equilibrio sostanziale in avvio, il Valdiano tiene bene il campo concedendo poco alle sortite offensive cilentane. Joff, ex di turno, al dodicesimo calcia in maniera poco precisa. Più pericoloso è Cherillo, al sedicesimo, con un destro che viene bloccato da Faggiano. Al ventunesimo è De Sio a calciare di poco al lato, stessa sorte per il compagno di reparto Joff che vede la palla spegnersi mezzo metro sul fondo. Quindi, sale in cattedra Manzo, numero dieci giallorosso, che calcia in porta due volte in poco più di centoventi secondi, tra il ventisettesimo e il ventinovesimo. La stessa punta sblocca il parziale a tre minuti dalla fine: una combinazione stretta con Cherillo porta alla conclusione che supera l’incolpevole Faggiano. Nel finale ci prova anche Trabelsi, che dal limite costringe all’intervento Faggiano.



Nella ripresa parte meglio la Polisportiva che si rende pericolosa in avvio, al cinquantunesimo, con Cherillo, mentre Doukuore un minuto dopo spreca una colossale occasione. L’attaccante teggianese si fa ipnotizzare da Spicuzza. Al cinquantaquattresimo botta e risposta: Isoldi, per il Valdiano, e Manzo, per la Polisportiva, cercano gloria senza successo. Al sedicesimo è ancora De Sio, tra i migliori, a cercare la via del raddoppio, trovando però il “no” del portiere ospite. Al minuto sessantasei, poi, Cherillo calcia alto sulla traversa. A dodici dal termine Della Femina si becca il secondo giallo, lasciando i ragazzi di Tudisco in dieci nel finale. Allora, la Polisportiva, due minuti dopo, chiude i conti con De Sio che sigla la rete del definitivo 2 a 0. Nel finale, c’è spazio per l’esordio stagionale di Grieco e per gli applausi del pubblico del Carrano che festeggia i tre punti.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 1932 2-0 Valdiano

Polisportiva S.Maria: Spicuzza (Grieco 92′), Trabelsi (Lo Schiavo 88′),Manzo N., De Sio, Fariello, Pastore, Fernando, Joof, Margiotta (Altieri 46′), Manzo P. (Petrillo 74′), Cherillo (Di Gregorio 88′). A disp: Grieco, Lo Schiavo, Paragano, Itri, Petrillo, Di Gregorio, Mamadou, Altieri, Morena. All. Pirozzi

Valdiano: Faggiano, Cardiello(Cestaro 46′), Fele, Isoldi (Presciantelli 88’), Ayari, Masullo, Coquin (Coiro 76′), Della Femina, Di Giacomo( Gibbà 57′), Del Giglio(Dokoure 46′), Ametrano. A disp: Tortora, Trezza, Diallo, Prato, Prisciantelli, Cestaro, Dokoure, Gibba, Coiro. All. Tudisco.

Arbitro: Vincenzo Piscopo di Frattamaggiore (Leonetti e Manfredini)

Marcatori: 42′ Manzo, 80 ‘De Sio

Note: spettatori circa 350, campo in erba sintetica. Ammoniti: Della Femina e Masullo. Espulsi: Della Femina al 78′ per doppio giallo.
Comunicato stampa

Condividi con:

La Polisportiva Santa Maria torna alla vittoria: la Battipagliese lascia i tre punti al Carrano

Condividi con:

La Polisportiva torna alla vittoria. Lo fa alla grande battendo al “Carrano” 2 a 0 la Battipagliese. Tre punti sotto l’albero di Natale che fanno sorridere in casa giallorossa dopo le tre sconfitte consecutive. La cronaca. La prima emozione arriva al quarto di gioco quando Senatore costringe alla deviazione Spicuzza, mentre al quinto Campione calcia malamente da buona posizione. Al diciassettesimo, dopo una fase combattuta, Margiotta prova a beffare Primadei, bravo a bloccare la sfera. Al ventunesimo azione avvolgente cilentana, Petrillo contro crossa un assist di Altieri che di testa schiaccia debolmente tra le braccia di Primadei. La prima frazione, dopo un minuto di recupero comandato dal sig. Santucci di Jesi, termina così 0 a 0.



La ripresa si apre con Fariello che si divora, da pochissimi metri, una rete già fatta: il capitano della Polisportiva, colpisce in maniera potente spedendo alle stelle un pallone arrivato in area sugli sviluppi di un corner. Al dodicesimo è Romano, da poco entrato, a costringere ad un grande intervento Primadei, estremo difensore bianconero. Al diciottesimo De Sio, appena fuori area, scaglia un diagonale che fa la barba al palo. Azione dubbia nell’area zebroide al ventesimo: Cherillo impatta con Primadei, ma l’arbitro fischia punizione in favore del portiere. Poco dopo è Romano ad essere steso in area da Iommazzo: Cherillo batte male il penalty concedendo a Primadei la possibilità di deviare il pallone, Margiotta arriva per primo sulla respinta siglando l’uno a zero. E’ Cherillo al settantaquattresimo a sfiorare il raddoppio: Primadei è ancora super nella circostanza. Guerrera all’ottantesimo va vicino al goal dell’ex: Spicuzza si salva deviando sulla traversa. Nel finale la Battipagliese si sbilancia, in contropiede, senza trovare il varco giusto. Cherillo, dalla parte opposta, pennella un pallonetto che scavalca Primadei e porta a due le marcature cilentane. Espulsi nelle battute conclusive Romano e Fiorillo. Quindi, arriva il triplice fischia che consegna ai giallorossi tre punti importantissimi contro una delle compagini più forti del campionato.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 2-0 Battipagliese

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Lo Schiavo (Morena 84′) , Manzo (Fiorillo 53′), De Sio, Fariello, Itri Fernando, Petrillo, Margiotta (Joff 82′) , Cherillo, Altieri.(Romano 53′) A disp.: Grieco Paragano, Pastore, Fiorillo, Joff, Mamadou, Morena, Romano, Di Gregorio All. Pirozzi.

Battipagliese: Primadei, De Martino, Iommazzo, Blasio (Corsaro 59′ ), Toscano (Ciaglia 80′), Mazzei, Senatore, Asante, Campione, Guerrera, De Angelis. ( Mounard 81′) A disp. Borrelli, D’Auria, Rocchino, Ciaglia, Ciociaro, Soleman, Corsaro, Lamberti, Munard. All. Pietropinto.

Arbitro: Santucci di Jesi (Esposito e Scala)

Reti: 73′ Margiotta, 88′ Cherillo

Note: Spettatori 400 circa. Ammoniti: Fariello, De Sio, Asante, Iommazzo, Fiorillo
Espulsi: 89′ Romano, 93′ Fiorillo.
Comunicato stampa

Condividi con:

Polisportiva Santa Maria: solo un rigore per l’Agropoli decide il derby cilentano

Condividi con:

Allo stadio “Carrano”, di Santa Maria di Castellabate, tornava in scena, dopo sedici anni di assenza, il derby tra la Polisportiva e l’Agropoli, società ambiziose in piena zona play-off. Entrambe le formazioni vedono variare, in parte, la loro rosa, dopo l’apertura della finestra dicembrina di mercato che ha visto ingressi e uscite da ambo le parti. Il match, valevole per la quindicesima giornata del girone B d’Eccellenza, l’ultima del girone d’andata, è stato giocata davanti una bella cornice di pubblico.

La prima emozione della gara arriva al quinto di gioco quando D’Attilio, defilato, calcia in maniera insidiosa verso la porta di Spicuzza. Al quattordicesimo la risposta dei giallorossi: dalla sinistra un cross sbilenco viene raccolto da Romano che di testa gira nel mezzo, la palla, che viaggia pericolosa nell’area piccola, viene allontanata dalla difesa ospite. Doppia occasione, dopo due minuti, per la Polisportiva, ma Margiotta viene stoppato dalla retroguardia delfina. Al diciannovesimo è D’Attilio, dai venticinque metri, a calciare in maniera potente, ma imprecisa, sul fondo. Al ventiduesimo Capozzoli ci prova direttamente da punizione, Spicuzza controlla in presa sicura. Dopo un giro di lancette, caos nell’area agropolese, Kamanà e Giura pasticciano ma Cherillo non riesce ad intervenire sul pallone che viene allontanato in extremis. L’Agropoli torna pericoloso su punizione, al ventisettesimo, con Limatola, che costringe ancora all’intervento, centrale, l’estremo difensore dei locali. Al minuto trentasei bella discesa di Cherillo, che in azione solitaria, vede stoppata, dall’altezza del rigore, la sua battuta a rete. Al trentanovesimo Fiorillo imbecca Margiotta che angola, in maniera eccessiva, la sua spizzata aerea.



Nella ripresa parte, decisamente, meglio l’Agropoli che si riversa con veemenza nella metà campo avversaria. La prima emozione del secondo tempo, in una frazione più avara di occasioni, arriva al minuto numero sessantadue: Limatola, dal lato sinistro, controlla bene in area calciando, in pratica, a botta sicura la risposta di Spicuzza, che tiene il parziale fermo sullo zero a zero, è davvero prodigiosa. Alla mezzora rigore per l’Agropoli: Trabelsi sbraccia con Masocco, Guido Verrocchi di Sulmona concede un rigore trasformato in maniera impeccabile da Natiello. Al settantanovesimo Graziani vede deviato in angolo la sua conclusione e sul seguente corner Russo non impatta bene la sfera. Negli ultimi dieci di gioco la Polisportiva ci prova. Nel finale D’Attilio ruba il tempo a Fariello e si presenta davanti a Spicuzza, bravissimo a deviare la sfera recuperata poi da Trabelsi. Finisce così uno a zero per l’Agropoli.

Tabellino Polisportiva Santa Maria 1932 0-1 U.S. Agropoli

Polisportiva Santa Maria 1932: Spicuzza, Trabelsi, Fiorillo (76′ Manzo), De Sio (66′ Joof) , Fariello, Itri Fernando, Petrillo, Margiotta, Cherillo, Romano(76′ Altieri) A disp.: Grieco, Lo Schiavo, Paragano, Pastore, Manzo, Mamadou, Morena, Altieri, Joff. All. Pirozzi.

U.S. Agropoli: Graziano, Della Torre (46′ Maggio) , Russo F., Giura, Kamanà, Graziani, Capozzoli (80′ Lumbardu), Masocco, D’Attilio, Natiello, Limatola ( 87′ Gubinelli). A disp: Russo L., Maggio, Pappalardo, Toscano, Di Lascio, Di Filippo, Gubinelli, Lumbardu, Doto. All. Graziani
Arbitro: Guido Verrocchi di Sulmona assistenti Ferraro e Falco.

Reti: Natiello 75′ rig.

Note: Spettatori 650 circa. Ammoniti: De Sio, Fernando, Graziani, Trabelsi.
Comunicato stampa

Condividi con: