Castellabate, protesta dipendenti Yele: il Sindaco risponde alla denuncia dei sindacati

Condividi con:

Il Sindaco di Castellabate interviene sul caso Yele Spa, la società che si occupa del servizio di igiene urbana, in merito al ritardo dei pagamenti dello stipendio di venticinque dipendenti che lavorano nel comune.

«La Yele purtroppo versa in una situazione molto difficile che non dipende da noi e di cui non possiamo farci carico. Questa situazione sta comportando il blocco delle attività con riflessi negativi anche sulle spettanze dovute ai lavoratori.



L’amministrazione ha sempre rispettato tutti gli impegni, mostrando anche la massima disponibilità e tranquillizzando i dipendenti in questo momento critico», commenta Spinelli: «Proprio in considerazione della problematicità legate al servizio stiamo individuando un nuovo gestore attraverso l’indizione di un’apposita procedura di gara d’appalto con la quale, oltre ad assicurare servizi efficienti e il contenimento della spesa, assicureremo i livelli occupazionali».

Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli: ripulite dai rifiuti le strade della città cilentana

Condividi con:

Come annunciato, questa mattina, a partire dalle prime ore dell’alba, i lavoratori sono all’opera per ripulire l’intero territorio comunale che era rimasto invaso dai rifiuti, nella giornata di ieri.

La Yele Spa, infatti, nonostante il Comune di Agropoli, abbia provveduto a saldare le incombenze fino al 31 marzo 2018, ha comunicato nella mattinata di ieri, 29 marzo, di essere impossibilitata a garantire il servizio di raccolta dei rifiuti per mancanza di carburante nei propri mezzi.

Con un enorme lavoro compiuto dall’Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Adamo Coppola, ieri pomeriggio, dopo oltre 6 ore di discussione, si è addivenuti all’accordo con il quale è stato sancito il passaggio di cantiere dalla Yele Spa alla Sarim Srl, nuovo soggetto che gestirà il servizio di igiene urbana sul territorio comunale per i prossimi quattro anni. Quest’ultima, dovendo procedere a tutte le procedure burocratiche utili a concretizzare il passaggio di cantiere, sarà operativa dai prossimi giorni. Nel frattempo, l’Amministrazione con grande senso di responsabilità, visto anche il periodo pasquale, ha provveduto a pagare una quota di carburante al fine di alimentare i mezzi della Yele e favorire la regolare raccolta dei rifiuti.



«Non potevamo permetterci – afferma il Sindaco Adamo Coppola – di lasciare i rifiuti in strada, visti anche i tanti turisti che già affollano la nostra Città, in occasione del Torneo Internazionale di Calcio e le tante persone che sceglieranno Agropoli per trascorrere le festività di Pasqua. Abbiamo quindi proceduto a ripristinare il servizio della Yele, giusto per dare il tempo necessario alla Sarim per svolgere le pratiche utili all’effettivo passaggio di cantiere. Alla nuova ditta – conclude – vanno gli auguri di buon lavoro e alla Yele, i ringraziamenti per l’opera svolta in tutti questi anni trascorsi, nonostante le difficoltà».
Comunicato stampa

Condividi con:

Agropoli, rifiuti in strada: situazione in risoluzione

Condividi con:

Il Sindaco Adamo Coppola interviene sulla questione precisando: «Il Comune di Agropoli ha provveduto a pagare tutte le incombenze alla società che si occupa della raccolta dei rifiuti sul territorio comunale, la Yele Spa, per il periodo fino al 31 marzo 2018. Inoltre, considerato che la stessa società ha manifestato la difficoltà finanche di provvedere a pagare il carburante per i propri camion, il Comune, in via del tutto eccezionale, ha fornito anche un contributo economico ulteriore, proprio per evitare che i rifiuti venissero lasciati in strada. Ma questo non è accaduto».



In ogni caso, nel pomeriggio di oggi, avverrà il passaggio di cantiere tra il vecchio gestore del servizio di igiene urbana, appunto la Yele S.p.a. e la Sarim S.r.l., nuovo soggetto, che si è aggiudicato la gara per i prossimi quattro anni. Quindi, entro la giornata di domani, la situazione tornerà alla normalità e le strade saranno ripulite.

Comunicato stampa

Condividi con: